Aprile, visite gratuite prevenzione salute ossa delle donne

di Fabiana Commenta

Un mese di visite gratuite dedicato alla prevenzione della salute delle donne a rischio osteoporosi

Aprile: un mese tutto dedicato alla salute femminile con un’attenzione particolare alla salute delle ossa delle donne italiane. 

L’iniziativa, promossa dalla campagna di O.N.Da, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, coinvolge oltre cento ospedali “Bollini Rosa” dislocato in 18 regioni italiane.

Negli ospedali aderenti all’iniziativa sarà possibile usufruire di visite gratuite, di esami strumentali e d’incontri informativi per poter tutelare la salute delle ossa delle donne.

 

Fino al 30 aprile è attivo il numero verde 800.58.86.86: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, è possibile contattare il numero per conoscere gli ospedali più vicini che aderiscono all’iniziativa. L’elenco delle strutture che offrono i servizi gratuiti è consultabile anche online sui siti www.bollinirosa.it e www.danaosdanone.it.

Per poter ricevere ulteriori informazioni è anche possibile inviare una e-mail all’indirizzo [email protected].

 

L’iniziativa nasce come supporto alla salute delle donne visto che, superati i 50 anni, una donna su tre comincia ad avere le ossa più fragili. E si tratta di un problema da non sottovalutare che può essere monitorato solo attraverso gli specifici controlli periodici.

 ALIMENTI RICCHI DI VITAMINA D

Il rischio maggiore infatti è l’osteoporosi che indica una particolare condizione dello scheletro che sopraggiunge a causa di una significativa perdita di massa ossea: in pratica lo scheletro diventa sempre più fragile e sempre più poroso e più facilmente esposto al rischio fratture: secondo gli ultimi dati circa il 25% delle donne sopra i 40 anni è colpita, e senza saperlo, da osteoporosi. L’osteoporosi infatti è molto pericolosa visto che è molto difficile da riconoscere anche perché in pratica è asintomatica: il più delle volte ci si accorge di avere l’osteoporosi solo dopo aver riportato una frattura causata generalmente dall’indebolimento della struttura ossea e particolare.

FUMO CORRODE LE OSSA

Polso, vertebre, femore sono le ossa più a rischio, ma è possibile intervenire soprattutto con la prevenzione. In particolare la MOC Mineralometria Ossea Computerizzata consente di poter riconoscere l’osteoporosi attraverso la valutazione della densità della massa ossea, ma la prevenzione dovrebbe cominciare proprio in giovane età. È importante seguire uno stile di vita appropriato, fatto anche di attività fisica e di una corretta alimentazione.

Il giusto apporto di calcio e di vitamina D sono fondamentali da questo punto di vista.

 

Testimonial dell’iniziativa e di questo importante progetto è l’attrice Stefania Sandrelli.

 

 

Foto Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>