Il Regno di OP racconta l’Oncologia Pediatrica

di Vito Verna Commenta

Si intitola: "Il Regno di OP". Sottotitolo: "Storie incredibili dei bambini invincibili di Oncologia Pediatrica".

Il Regno di OP racconta l'Oncologia Pediatrica

Si intitola: “Il Regno di OP”. Sottotitolo: “Storie incredibili dei bambini invincibili di Oncologia Pediatrica”.

TUMORE AL POLMONE COLPISCE SEMPRE PIU’ DONNE

Un libro, appassionato e vissuto, sino in fondo ed in prima persona dall’autrice, che è anche, e soprattutto, una meravigliosa opera di ingegno civile che la giornalista de l’Unità Paola Natalicchio, protagonista della narrazione, avrebbe inteso regalare a chiunque abbia, perché no, l’ardire, ed il coraggio, di entrare nel reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Universitario Agostino Gemelli per viverne, seppur in modo indiretto e virtuale, le tragiche vicende che, quotidianamente, vi verrebbero consumate.

CANCRO AL SENO LEGATO A VARIAZIONE GENETICA

E’ un libro, “Il Regno di OP”, grazie al quale Paola Natalicchio riesce raccontare del tumore maligno del figlio, di appena due mesi d’età, ma anche, e soprattutto, della scoperta del su indicato reparto oncologico che, nella narrazione pulita ed essenziale della scrittrice, diventa un inesplorato regno, appunto, nel quale tutti entrano, comunque e per quanto terribile sia la diagnosi, con la speranza, fulgida e pulsate, di sconfiggere il “drago” e dal quale, purtroppo, non tutti escono trionfatori.

OLIO DI OLIVA PREVIENE I TUMORI AL SENO

Un libro interessante, sicuramente da leggere e, forse, da apprezzare e che, prima di diventare un libro, è stato anche e soprattutto un blog, che potete trovare e sfogliare all’indirizzo internet ilregnodiop.blogspot.com, grazie al quale Paola Natalicchio ha potuto e saputo raccontare, con maestria e semplicità e, sopratutto, con un insopprimibile desiderio di normalità, la propria storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>