Cos’è la leucemia

di Vito Verna Commenta

Eziologia, classificazione e caratteristiche delle principali forme tumorali ascrivibili al sangue.

In questi giorni ha fatto sicuramente molto scalpore la notizia, proveniente dal Giappone, di quel giornalista, oggi malato di leucemia, che a suo tempo, dopo il via libera del governo nipponico, mangiò, in diretta televisiva, alcuni ortaggi prodotti e raccolti nei pressi di Fukushima, la centrale nucleare che, lo ricordiamo, venne seriamente danneggiata dal più intenso terremoto mai registrato nel corso della storia, con lo scopo di tranquillizzare i consumatori e, dunque, far ripartire le vendite.

Una vicenda simile, ma per ben altri motivi, è accaduta al presidente della TEPCO, la società energetica proprietaria della suddetta centrale, recentemente licenziatosi per potersi meglio curare.

ECSTASY CONTRO I TUMORI DEL SANGUE

Si è venuti così a conoscenza, qualora già non lo si fosse, di una patologia molto grave, la leucemia, che anche noi sembra giusto analizzare nell’ambito della nostra più diffusa trattazione delle vaste problematiche correlate ai tumori.

COS’È LA LEUCEMIA

La leucemia, termine con il quale si è soliti indicare, in maniera generalizzata, i tumori interessanti gli elementi corpuscolari del sangue, è, essenzialmente, una formazione neoplastica a carico delle cellule staminali emopoietiche ovverosia, in parole più semplici, cellule primordiali originantisi nel midollo osseo rosso il cui sviluppo darà vita a globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.

LINFOCITI T MODIFICATI PER COMBATTERE LA LEUCEMIA

Le suddivisioni principali, in base alle quali viene comunemente categorizzata la leucemia, ed in base alle quali possiamo conoscere aspettative di vita, possibilità terapeutiche, sintomi e complicazione della patologia, sono sostanzialmente quattro. Avremo così:

– leucemia mieloblastica, che interessa globuli rossi, granulociti, monociti e piastrine

– leucemia linfoblastica, che interessa i linfociti

– leucemia acuta, la più aggressiva e di più rapida evoluzione

– leucemia cronica, che può essere presente, in forma latente, nel corso di tutta la vita del paziente oppure può venir contratta in qualsiasi momento senza spiegazioni apparenti.

FATTORI DI RISCHIO PER LA LEUCEMIA

Sebbene, infatti, la ricerca scientifica si sia adoperata moltissimo, e nel migliore dei modi, per cercare di dare una spiegazione all’insorgenza della leucemia, la sua eziologia rimane oggi ancora ignota. I principali fattori di rischio, individuati su base statistica, sarebbero:

– la prolungata esposizione a radiazioni ionizzanti (è il caso del cronista giapponese e del presidente della Tepco)

– l’inalazione prolungata di benzene

– l’assunzione di alcuni farmaci antitumorali

– il fumo

– alcune patologie congenite quali la Sindrome di Down o l’anemia di Fanconi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>