Sintomi influenza stagionale 2011

di Vito Verna Commenta

Come riconoscere tempestivamente l'influenza

Abbiamo già avuto modo di notare come l’influenza stagionale 2011-2012 sarà da considerarsi, nei confronti delle manifestazioni più virulente della patologia quali l’influenza aviaria o l’influenza suina, decisamente più blanda, sopportabile ed affrontabile.

È bene ricordare, però, come gli anziani, già debilitati, siano da tenere sotto stretta osservazione in tutti i casi poiché l’insorgenza della malattia potrebbe causare l’acuirsi di patologie pregresse che potrebbero portare al ricovero ospedaliero e, nei casi più gravi alla morte. Lo stesso discorso, purtroppo, vale anche per i bambini il cui sistema immunitario, ancora in formazione, potrebbe non essere in grado di reagire, nella maniera più appropriata all’emergenza.

SINTOMI INFLUENZA AVIARIA


In tutti gli altri casi, invece, l’influenza si può curare in modo facile e veloce, senza nemmeno ricorre all’intervento del medico di famiglia, semplicemente con il riposo a letto oppure, nei casi più gravi, assumendo molti dei medicinali da banco commercializzati per superare la fase critica dell’influenza che, in genere, dura meno di due giorni.

È oltremodo necessario, però, agire tempestivamente, per evitare qualsiasi complicazione o di rimaner bloccati a letto per più tempo del previsto. Per farlo, dunque, sarà necessario conoscere a menadito la sintomatologia classica di qualsiasi influenza, così da saperla individuare al primo attacco e sconfiggere senza problemi.

DIETA PER PREVENIRE L’INFLUENZA

I principali segni e sintomi dell’influenza sono:

– comparsa improvvisa e violenta di brividi e sudorazione

– febbre, superiore ai 38° centigradi, di durata superiore ai tre giorni

– forti mal di testa

– forti dolori muscolari oppure ossei

– generale senso di spossatezza ed affaticamento di durata superiore alle 2 settimane

– sintomi respiratori comuni (quali tosse, congestione nasale, tendenza allo starnuto, dolori al petto)

– mal di gola

– inappetenza

– fotofobia

– fonofobia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>