Rischi salute e prezzi con le ondate di calore

di Lucia Guglielmi Commenta

E situazioni ben peggiori si registrano negl Stati Uniti dove oltre il 60% del territorio, a causa delle altissime temperature, è stato colpito dalla siccità.

Come al solito in Italia, oramai da qualche anno a questa parte, a cavallo tra il mese di luglio e quello di agosto il caldo è insopportabile. I rischi maggiori per la salute sono chiaramente concentrati nel Sud Italia, e la conferma per il 2012 arriva dal fatto che lo scorso mese di luglio è stato nel nostro Paese tra i più “bollenti” della storia.

A riportarlo è la Coldiretti nel sottolineare come purtroppo la scarsa piovosità stia alimentando proprio in questi giorni i roghi e gli incendi. E con le ondate di calore, a fronte delle dovute precauzioni per evitare rischi, arrivano anche i cali di produzione di pomodori, mais e soia.



SISTEMA HI-TECH DI AUTODIAGNOSI

A farlo presente è stata proprio l’Organizzazione degli agricoltori nel precisare come il calo della produzione nazionale interessi anche la barbabietola da zucchero ed il girasole.

CONTROINDICAZIONI PRODOTTI NATURALI

E situazioni ben peggiori si registrano negli Stati Uniti dove oltre il 60% del territorio, a causa delle altissime temperature, è stato colpito dalla siccità generando danni pari a quelli di una “finanziaria”, oltre 12 miliardi di euro a fronte di un aumento delle quotazioni di materie prime come il grano ed il mais al CBOT, il Chicago Board of Trade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>