Olio di semi per prevenire malattie cardiache

di Alessandro Bombardieri Commenta

Crude_Sunflower_Seed_Oil_from_Ukraine_bottled_

Il professor Kevin Fritsche, insieme a Guy Johnson, professore aggiunto di Alimentazione e Nutrizione Umana presso la University of Illinois, ha portato avanti uno studio sulle proprietà e gli effetti dell’acido linoleico (LA), che spesso viene accusato di promuovere l’infiammazione dell’organismo.


Da questa ricerca è emerso che gli oli di semi, usati solitamente come oli “da frittura”, hanno invece dei pregi di gran valore per la salute, in particolare sarebbero molto utili per la prevenzione delle malattie del cuore. Secondo lo studio, gli oli di soia, colza, mais e girasole, se spremuti a freddo e utilizzati a crudo, possono funzionare come protettori del cuore e prevenire le malattie cardiache e cardiovascolari.

OLIO DI CARTAMO PROPRIETÀ

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics; la ricerca ha coinvolto quasi 500 adulti, i quali hanno seguito una dieta che comprendeva varie forme di grassi, tra cui gli oli vegetali. Gli esperti hanno rilevato che il consumo di acido linoleico non promuoveva l’infiammazione nelle persone sane, come invece sostenuto da alcuni, infatti non è stata trovava nessuna evidenza che ci fosse un legame tra l’infiammazione del corpo e una dieta ad alto contenuto di acido linoleico.

Fritsche ha sottolineato come sia importante seguire le attuali raccomandazioni dell’Istituto Superiore di Sanità e dell’American Heart Association (AHA) che suggeriscono di usare solamente olio vegetale durante la cottura, ma soprattutto di assumere da due a quattro cucchiai al giorno di olio vegetale a crudo, così da raggiungere la quantità di acido linoleico necessaria per mantenere un cuore in salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>