Oggetti ingeriti dai bambini cosa fare

di admin Commenta

Una recente indagine ha mostrato la top ten degli oggetti che i bambini ingoiano appena i genitori sono distratti ed è risultato che i bambini sono dei piccoli salvadanai

Parlando dei disturbi estivi come il mal d’auto, il mal d’aereo, le scottature o le allergie per le punture d’insetti, dobbiamo parlare anche dell’ingestione di corpi estranei da parte dei bambini tra uno e quattro anni.
Infatti una recente indagine ha mostrato la top ten degli oggetti che i bambini ingoiano appena i genitori sono distratti ed è risultato che i bambini sono dei piccoli salvadanai.


Infatti dopo i bulloni, le biglie, le graffette e le mollette, i dottori dei pronto soccorsi di tutta Italia tirano fuori dallo stomaco dei bambini una quantità incredibile di monetine.

Ma come abbiamo detto non ci sono solo gli euro nella pancia dei nostri figli, ma sembra che essi sia molto golosi di componenti di giocattoli (che spesso si smontano da soli), batterie di orologi o giochi elettronici, biglie, gioielli, frammenti di osso, e solo per fare i nomi degli oggetti più comuni.

Molto spesso poi i bambini non dicono di aver introdotto nel loro menù questi strani oggetti e i genitori magari si trovano per giorni interi a non rendersi conto del problema, fino a quando non realizzano che manca qualcosa o a causa dei possibili sintomi che presentano i bambini dopo l’ingestione.

Il sintomo principale che deve mettere in allarme il genitore è la forte salivazione poichè è un modo del corpo per cercare di espellere il corpo estraneo, seguita da mal di pancia di natura ignota, inappetenza, difficoltà respiratorie e tosse secca.

Se si scopre che il bambino ha ingerito qualcosa è necessario, prima di tutto non perdere la calma e poi non dare da mangiare nulla con l’idea che l’oggetto vada nello stomaco; ma soprattutto bisogna in assoluto evitare di cercare di sfilare il corpo estraneo con le dita.

Quindi è necessario recarsi in un pronto soccorso dove verrà effettuata una lastra per vedere di che oggetto di tratta e dove è posizionato; nella maggior parte dei casi non si tratta di un problema grave e viene espulso tramite le feco senza nessun dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>