Mango riduce zuccheri nel sangue e rischio cancro

di Alessandro Bombardieri Commenta

mango

I componenti del mango sono risultati utili nel controllo della glicemia (zuccheri nel sangue) e nel ridurre l’infiammazione del corpo, fattore di rischio di molte malattie tra cui anche il cancro. Queste proprietà positive del frutto esotico sono merito delle sue fibre, delle vitamine, dei sali minerali, ma soprattutto delle sostanze antiossidanti come i polifenoli.


Uno studio condotto dai ricercatori della Oklahoma State University, coordinati dalla dottoressa Edralin Lucas, professore associato di Scienze Nutrizionali, ha preso in esame 20 adulti obesi con un Indice di Massa Corporea (BMI) di 30Kg/m2, di cui 11 erano maschi e 9 femmine. I volontari hanno assunto per 12 settimane ogni giorno, 10 grammi di mango essiccato che equivale a circa 100 grammi di frutto fresco.

Alla fine dello studio i ricercatori hanno rilevato che i livelli di zucchero nel sangue erano nettamente più bassi rispetto ai valori all’inizio dello studio, inoltre non si sono registrate differenze di rilievo tra i due sessi. Dal punto di vista fisico non ci sono stati grossi cambiamenti, tuttavia il BMI è aumentato in maniera importante nelle femmine.

GLICEMIA ALTA RIMEDI NATURALI

Come spiegato dalla dottoressa Lucas, questo nuovo studio conferma che il mango migliora la glicemia nei soggetti nutriti con una dieta ricca di grassi, grazie al suo contenuto di una miscela complessa di composti polifenolici. Gli studi hanno anche dimostrato che molte altre piante e i loro composti polifenolici, come gli isoflavoni della soia, l’epigallocatechina gallato del tè verde , e le proantocianidine da semi d’uva, hanno un effetto positivo sul tessuto adiposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>