Malattie della pelle che si possono contrarre in palestra

di Alessandro Bombardieri Commenta

Quali sono e come prevenire le più diffuse malattie della pelle in palestra.

Andando in palestra regolarmente è molto facile contrarre le malattie della pelle, infatti addirittura l’80% della gente che frequenta una palestra accusa problemi all’epidermide.

Sono molte le malattie che possono colpire la nostra pelle andando in palestra regolarmente, attraverso l’utilizzo di macchinari appena usati da altre persone. Anche la piscina è un luogo dove è molto facile contrarre alcune malattie dell’epidermide…


I dermatologi dell’International Hair Research Foundation hanno portato avanti una ricerca sulle condizioni igieniche che si trovano in palestra: tra le patologie più comuni che si possono contrarre in palestra ci sono i funghi della pelle che interessano il 28% dei 500 soggetti intervistati, le follicoliti che interessano il 19% dei soggetti e irritazioni di altro genere che hanno interessato il 13% delle persone.

CONSIGLI PER UNA PELLE PERFETTA

Le patologie più comuni che si possono contrarre in palestra sono la intertrigine, la Pitiriasi versicolor, il piede d’atleta e le verruche. La Intertrigine crea dei rossori nelle parti del corpo dove si forma il sudore e può portare anche alla creazione di infezioni batteriche. La Pitiriasi versicolor è un’infezione superficiale della pelle causata da funghi, che porta alla creazione di macchie. Il piede d’atleta o Tinea Pedis è una micosi che porta arrossamento e desquamazione della pelle sotto il piede e tra le dita. Infine le verruche sono causate dal virus del papilloma umano.

Si possono prevenire queste malattie della pelle lavandosi bene le mani, non camminando a piedi nudi, usando solamente i propri asciugamani e pulendo le macchine appena usate dagli altri con panni propri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>