Lo stress può portare a malattie cardiache, ipertensione e diabete

di Alessandro Bombardieri Commenta

can-stress-cause-acid-reflux

Secondo una recente ricerca presentata sull’European Heart Journal, non si deve sottovalutare lo stress, come invece molto spesso accade, in quanto potrebbe essere il preludio a malattie molto più serie come per esempio quelle cardiache e cardiovascolari, ipertensione, diabete.


Tutti i sintomi dello stress, come ansia, difficoltà di concentrazione, nervosismo, emicranie, eruzioni cutanee, troppo spesso vengono considerati singolarmente, senza porre l’attenzione sulle conseguenze. Questi sintomi potrebbero infatti essere dei segnali preoccupanti per la salute del soggetto.

PRESSIONE ALTA DA STRESS

I ricercatori dell’Inserm unit 1018, “The Epidemiology and Public Health Research Centre”, in collaborazione con un team di internazionale di ricercatori britannici e finlandesi, hanno realizzato uno studio in cui si è dimostrato che è molto importante tenere d’occhio lo stress, ed essere attenti, perchè lo stress può essere il preludio per un possibile attacco cardiaco. Non è un caso che secondo i risultati del test in questione, le persone che soffrono di stress hanno il doppio di possibilità di rischio di infarto rispetto agli altri.

Nella ricerca sono state coinvolte 7.268 persone, e sono stati analizzati i sintomi da stress, dai quali è emerso il rischio di sviluppare una qualche seria malattia che coinvolge in particolare il sistema cardiovascolare. Dal momento che lo stress è sempre più diffuso nella nostra società, il rischio è in aumento per tutti noi. Proprio per questo motivo, l’elevato e sempre in aumento numero di eventi cardiovascolari che si verificano ogni giorno sta a significare che forse sarebbe il caso di rallentare nel nostro stile di vita quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>