La circoncisione riduce il rischio di infezione dal virus Hiv

di Alessandro Bombardieri Commenta

HIV-budding-Color

Secondo un recente studio portato avanti dai ricercatori del Translational Genomics Research Institute in Arizona e della George Washington University, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista open-access dell’American Society for Microbiology, gli uomini circoncisi avrebbero meno probabilità di essere infettati con il virus Hiv che provoca l’AIDS.


Potrebbe trattarsi di un effetto protettivo dovuto alle alterazioni del microbioma del pene in chi si è sottoposto alla pratica chirurgica della circoncisione. Il microbioma è l’insieme del patrimonio genetico e delle interazioni ambientali della totalità dei microrganismi di un ambiente definito.

I ricercatori sostengono che l’effetto protettivo sarebbe dovuto ai cambiamenti prodotti sull’ecosistema del pene a seguito della circoncisione che porterebbe ad una importante riduzione delle specie batteriche anaerobiche, andando a diminuire la probabilità di contagio. Secondo quanto rilevato durante questa ricerca ma anche da rilevamenti precedenti, in particolare in Africa, negli uomini circoncisi la probabilità di contrarre l’infezione da Hiv era ridotta del 50-60% rispetto a quelli non circoncisi. L’effetto di protezione si estendeva anche ad altre infezioni virali come il papilloma virus o l’Herpes virus ma anche alle partners che avevano un tasso di infezioni sessualmente trasmesse più basso.

VACCINO AIDS

Recenti dati incrociati hanno mostrato una differenza del microbioma tra circoncisi e non inferiore rispetto a quanto rilevato in un primo momento, e dopo un anno i soggetti circoncisi avevano una carica batterica più omogenea e minore rispetto al gruppo di controllo. Pertanto non è ancora chiaro il ruolo del microbioma e nemmeno come sia possibile che una sua riduzione possa portare ad una protezione maggiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>