Influenza stagionale festività natalizie

di Vito Verna Commenta

L'influenza stagionale 2011 ha colpito nel corso delle festività, costringendo a letto ben 140.000 italiani tra cui donne e bambini.

La tanto temuta influenza stagionale, della quale in più occasioni vi abbiamo parlato cercando di spiegarvi le più efficaci strategie di cura e prevenzione, ha quest’anno deciso di colpire in un momento davvero molto poco felice, causando malanni e disagi alla popolazione italiana che, assicurano i virologi e gli esperti del Paese, sono destinati ad aumentare sino a toccare il picco in concomitanza con la fine di gennaio 2012.

Ben 140.000, infatti, sono stati gli italiani costretti a letto, proprio nel giorno di Natale, dall’influenza e dalla patologie correlate al freddo ed alla stagione invernale (quali raffreddori, sinusiti e simili) e che, proprio per questo motivo, ben poco hanno potuto godersi il cenone o il pranzo di Natale che moltissimi di noi avranno sicuramente gustato con amici e parenti.

PREVENIRE L’INFLUENZA STAGIONALE 2011-2012

Il motivo di quest’improvvisa impennata dei pazienti costretti a letto, come spiegano dal Dipartimento di Virologia dell’Università degli Studi di Milano, è da ricercarsi sia nel repentino abbassamento delle temperature, sino a poche settimane fa decisamente superiori alla media stagionale, sia nella maggiore intimità che le festività, in particolare quelle natalizie, da sempre comportano.

CURARE L’INFLUENZA STAGIONALE 2011-2012

Baci, abbracci, strette di mano ed ulteriori affettuose effusioni, specialmente nel chiuso delle nostre affollate abitazioni, costituiscono la miglio occasione di diffusione per il virus che, al rientro dalle vacanze e in seguito al sovraffollamento delle scuole e degli uffici, contagerà, in maniera esponenziale, sempre più persone, causando un deciso aumento dei malati che, secondo le prime stime, non caleranno almeno sino a metà febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>