Il sesso virtuale riduce l’uso degli anticoncezionali

di Elena Botta Commenta

Il problema oggi è che una sessualità molto esplicita su internet si trasforma in rapporti non protetti nella vita reale: questa soglia è molto elevata nei giovani che si scambiato foto ad alto contenuto erotico

facebook

Abbiamo già parlato di quanto sia importante parlare di sessualità con i propri figli, prima che abbiano dei rapporti sessuali, ma che spesso e volentieri, per una serie di pregiudizi, o non lo si fa, oppure si arriva troppo tardi, quando ormai gli adolescenti hanno avuto i primi rapporti.
Ma soprattutto è fondamentale spiegare ai propri figli l’importanza dell’uso dei contraccettivi per evitare gravidanze indesiderate (ed aborti) e malattie sessualmente trasmissibili, dalla sifilide all’Hiv.
Il problema oggi è che una sessualità molto esplicita su internet si trasforma in rapporti non protetti nella vita reale: questa soglia è molto elevata nei giovani che si scambiato foto ad alto contenuto erotico.



In Gran Bretagna si è vista una forte correlazione tra i giovani che usavano Facebook e le persone affette da sifilide, poichè lo scambio di messaggi ad alto contenuto sessuale e l’invio di materiale hot fa si che i giovani che si cercano sul social network, lo fanno per procurarsi un solo appuntamento, solitamente con una persona sconosciuta ed avere un rapporto sessuale per lo più non protetto.
E’ un dato allarmante poichè i givani tendono a sottovalutare il problema, convinti che a loro non succederà dato che la persona che viene contattata su qualche sito come Facebook mette in piazza la propria vita.
Peccato però che non vengano pubblicate le cartelle cliniche.
Questa tendenza che sta dilangando tra i giovani viene anche fatta per poter ottenere regali o soldi in cambio di foto erotiche o private ed in più circolano falsi miti sulla sessualità cosicchè gli adolescenti pensano di poter apprendere delle notizie veritiere senza dover chiedere ai genitori, cosa che nella maggior parte delle volte crea molto imbarazzo.
E’ molto importante chei genitori e la scuola abbiano un controllo più serrato e, nello stesso tempo, spieghino loro il modo corretto per utilizzare i social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>