Effetti collaterali del cortisone sul nostro corpo

di Alessandro Bombardieri Commenta

Quali sono le conseguenze dell'assunzione prolungata di questo farmaco?

Il cortisone viene sintetizzato sotto forma di farmaco ma bisogna sapere che il cortisone è un ormone presente nel nostro organismo. Il farmaco che si usa è un potente antinfiammatorio però ha l’effetto indesiderato di abbassare le difese immunitarie e quindi si può andare incontro a degli effetti collaterali.

Negli adulti uno degli effetti più comuni è l’aumento di peso che avviene in caso di assunzione di dosi elevate di cortisone o dopo le 2 settimane di assunzione del farmaco, tecnicamente si accumula grasso sul viso e sulla massa muscolare. Altri effetti indesiderati ma non gravi sono l’irsutismo ossia la comparsa di più peli, l’acne, l’insonnia e l’irritabilità.


Tutti questi problemi cosiddetti “minori” possono però sommarsi e portare ad uno stato peggiore in cui si può cadere in depressione. Però parlando degli effetti del cortisone è necessario sottolineare che ci sono anche conseguenze più gravi che possono verificarsi a lungo termine, come per esempio l’insorgere del diabete di tipo 2, il quale può comparire dopo i due anni di terapia soprattutto se associata all’insulino-resistenza.

EFFETTI COLLATERALI RADIOTERAPIA

Nonostante il cortisone serva per aumentare la pressione sanguigna, uno degli effetti collaterali è proprio l’ipertensione. Altri problemi derivanti dall’assunzione prolungata del cortisone possono essere l’ulcera gastrica, squilibri nel metabolismo, glicosuria (glucosio nelle urine), iperglicemia, ritenzione idrica e cataratta.

I bambini invece possono avere problemi nella crescita in altezza o un ritardo nella maturazione scheletrica, che può portare anche ad osteoporosi. Può capitare anche che i bambini vadano incontro a deficit muscolare in caso di assunzione prolungata del cortisone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>