Divieto totale di fumo a scuola

di Alessandro Bombardieri Commenta

fumo

Il divieto totale di fumo arriva da un disegno di legge che il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sottoporrà oggi al Consiglio dei ministri. Il testo prevede il divieto assoluto di fumo a scuola (al bando anche le sigarette elettriche), ma anche il divieto di fumo in auto in presenza di minori o donne incinte.


Il ddl in questione è un testo molto ampio, che tratta anche della sperimentazione clinica dei medicinali, del riordino delle professioni sanitarie, della formazione medica specialistica, della sicurezza alimentare, del benessere animale. Sono presenti pure nuove indicazioni per la vendita delle sigarette elettroniche, relative alle avvertenze sulle confezioni, che diventano simili a quelle sui danni del fumo presenti sui pacchetti di sigarette e alle relative sanzioni.

TERZO FUMO

Come dichiarato dal tabaccologo Giacomo Mangiaracina, presidente dell’Agenzia nazionale per la prevenzione, il divieto totale di fumo sarà molto utile anche per disincentivare i ragazzi dal diventare fumatori. Come spiegato dall’esperto, molte ricerche scientifiche dimostrano che i ragazzi che studiano in istituti dove è totalmente bandito il fumo sono meno inclini ad avvicinarsi alle sigarette. I numeri dicono che se dalle elementari al liceo non si fuma e si ricorda di non fumare, nella testa di molti ragazzi il messaggio passa. L’educazione a scuola funziona, e si riduce di almeno il 12% la possibilità che i ragazzi sviluppino la dipendenza. Se non si inizia a fumare da giovani, è molto più difficile che il vizio nasca in seguito.

Queste sono le sanzioni previste dal ddl: da 100 a 6mila euro per chi fuma all’interno del perimetro degli istituti scolastici, mentre vendere sigarette elettroniche ai minorenni sarà sanzionato con multe che vanno dai 1.500 ai 9mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>