Divieto di fumo in Australia per i nati dopo il 2000

di Alessandro Bombardieri Commenta

Lodevole iniziativa della Tasmania.

In Australia, in particolare nello Stato della Tasmania, è stato approvato il divieto di fumo per i nati dopo l’anno 2000. Secondo il progetto dietro questa legge c’è l’obiettivo di eliminare gradualmente il fenomeno del fumo sull’isola, arrivando a non avere più fumatori.

Chiaramente l’iniziativa è lodevole e dal punto di vista teorico dovrebbe avere ottimi risultati nel futuro, portando ad avere una popolazione sana con un rischio ridotto di prendere il cancro ai polmoni o di soffrire di malattie respiratorie.


La nuova mozione proibisce la vendita di sigarette ai nati dopo il 2000, in Tasmania inoltre per i minorenni è già illegale comprare sigarette quindi il divieto riguarderà più persone di solamente quelle nate dopo il 2000. Il provvedimento è stato presentato da Ivan Dean, membro del consiglio legislativo, e come sempre accade in casi del genere ci sono state discussioni sui possibili effetti collaterali.

CONTROINDICAZIONI SIGARETTA ELETTRONICA

Secondo alcuni il fascino delle sigarette potrebbe aumentare ancora visto che ora si tratta di un oggetto proibito, inoltre per qualche decennio i ragazzi giovani potranno comunque sfruttare i più vecchi per avere le sigarette. Tuttavia il Governo della Tasmania è abbastanza convinto della riuscita dell’opera: i commercianti prima di vendere sigarette ai ragazzi devono chiedere la carta d’identità e potranno vendere sigarette solamente ai maggiorenni ed a quelli nati prima dell’anno 2000.

Per qualche decennio rimarranno anche i problemi dati dal fumo passivo ma se la teoria incontrerà la pratica fra qualche anno non ci dovrebbero essere più fumatori sull’isola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>