Bambina sieropositiva guarita dall’Hiv

di Alessandro Bombardieri Commenta

È stata registra una prima vittoria assoluta contro l’Aids, infatti una bambina nata con il virus dell’Hiv negli Stati Uniti è stata guarita grazie alla somministrazione della terapia fin dalle prime ore di vita.


Come affermato dalla dottoressa Deborah Persaud, virologo della Johns Hopkins University di Baltimore, questo straordinario risultato dimostra che l’Hiv può essere teoricamente curato nei neonati, se si agisce subito. La dottoressa ha illustrato i risultati della profilassi seguita alla ‘Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections’ di Atlanta.

Appena dopo la nascita della piccola, avvenuta in un paesino di campagna, la madre era risultata positiva al test dell’Hiv. I medici hanno dunque proceduto con il trasferimento della bambina presso lo University of Mississippi Medical Center a Jackson. Ancora prima di sottoporre la bimba a dei test e ad appena 30 ore di vita, i dottori hanno somministrato alla piccola tre medicinali standard contro l’Hiv.

VACCINO CONTRO AIDS

A 29 giorni di distanza dalla somministrazione dei medicinali, nel sangue della bambina non è stata trovata più traccia del virus Hiv. Il trattamento è quindi proseguito per 18 mesi e poi interrotto per 10 mesi per colpa della madre. Quando però la bambina è tornata per riprendere le cure, tutti i test a cui è stata sottoposta sono risultati negativi.

Si tratta per certo di una scoperta che ha dell’incredibile, anche se come facilmente intuibile la cura dell’AIDS non sarà così facile da trovare in tempi brevi. Tuttavia è un primo passo importante verso un grande traguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>