Alcuni popcorn aumentano il rischio di malattie cardiache

di Alessandro Bombardieri Commenta

Popcorn02 (1)

Una ricerca recente aveva scoperto che mangiare popcorn fa bene alla salute, ma secondo quanto scoperto dagli scienziati della West Virginia University (WVU) School of Public Health, certi tipi di popcorn aumenterebbero il rischio di malattie cardiache.


La ricerca ha scoperto che il metodo di cottura è fondamentale, infatti cuocere i popcorn in pentole antiaderenti o usare popcorn pre-confezionati per microonde espone all’assorbimento del perturbatore PFOA (perfluoroctanoico), ossia l’acido che viene usato anche nella produzione di stoviglie antiaderenti. Il team di ricercatori coordinato dal dottor Anoop Shankar ha scoperto il legame tra il PFOA e le malattie cardiovascolari, prendendo in esame i dati sulla salute di 1.200 cittadini americani, che sono stati paragonati ai livelli di PFOA riscontrati nel sangue, al fine di valutare l’incidenza delle malattie cardiache.

Lo studio ha mostrato una maggiore correlazione tra il rischio di malattie cardiovascolari e la quantità di PFOA nel sangue, inoltre questo rischio di contrarre malattie cardiache rimaneva nonostante diversi fattori come l’età, la razza, l’Indice di Massa Corporea (BMI), la presenza di diabete o ipertensione, il vizio del fumo ecc.

BUCO NEL CUORE

Gli scienziati hanno affermato che non esiste tuttora la certezza che il PFOA provochi malattie cardiovascolari, però la presenza di PFOA nel sangue è stata associata a una maggiore incidenza di malattie cardiovascolari e le persone che soffrono di malattie cardiache tendono a trattenere più PFOA nel sangue. Proprio da poco la FDA ha comunicato che le confezioni di popcorn preconfezionate contengono elevati livelli di PFOA, quindi è meglio cucinare i popcorn alla maniera classica per non correre rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>