Rimedi naturali dall’India, lo champissage

di Luca Bruno Commenta

Lo “champissage” è un massaggio che comprende sia il cuoio capelluto che il collo, la schiena, e le spalle.

oli

In india il massaggio è sempre stato considerato di grande aiuto terapeutico ed estetico. Da circa 4500 anni la pratica del massaggio alla testa viene utilizzata come terapia per prevenire e curare problemi come la perdita dei capelli soprattutto quando questa è causata da stress, ipertensione, invecchiamento ed altre sintomatologie causate da stanchezza congenita e poco riposo.
In India, fin dai tempi antichi, le donne usano l’olio di cocco ed altri oli vegetali come l’olio di sesamo, di oliva e di mandorla con i quali massaggiano delicatamente il cuoio capelluto.

Questa pratica stimola la circolazione sanguigna sia nella testa che nel resto del corpo, ed è utile sia per le donne che per gli uomini.

Ci sono diverse tecniche di massaggio alla testa. Una delle più famose, diffusasi relativamente di recente, è quella denominata Champi, termine che gli indiani hanno mutuato dalla parola inglese “shampoo”.

Tale tecnica, introdotta da un famoso massoterapeuta indiano negli anni ’70, Narendra Mehta, e diffusa in seguito con la denominazione di “champissage”, prevede che il massaggio comprenda sia il cuoio capelluto che il collo, la schiena, e le spalle.

E’ una terapia ritenuta efficace per garantire la salute generale dell’individuo, sia a livello fisico che mentale perchè, stimola il movimento linfatico e scioglie la tensione muscolare. Un effetto rilassante dunque, capace di agire in definitiva anche a livello spirituale, donando un senso di tranquillità e di benessere interiore.

Il massaggio del cuoio capelluto fin dall’infanzia poi stimola sia la circolazione che lo sviluppo di una capigliatura sana, robusta e voluminosa dei capelli, oltre a rendere questi più lucidi e morbidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>