Reflusso gastroesofageo, tutti i rimedi omeopatici

di Fabiana Commenta

Fico, angelica, liquirizia e melissa: tutti i rimedi dolci per alleviare il reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è un disturbo piuttosto diffuso, ma decisamente fastidioso e che in pratica consiste nella risalita del contenuto acido dallo stomaco all’esofago.

Il reflusso gastroesofageo interessa sopratutto le persone obese, le donne in gravidanza e i neonati e si presenta generalmente dopo pasti abbondanti. 

Se però la quantità di contenuto gastrico che risale comincia a essere abbondante e infiamma la mucosa dello stomaco causa anche acidità e rigurgito. A quel punto è il caso di prenotare una visita dal gastroenterologo per poter risolvere il problema. 

Per casi non gravi però esistono anche i rimedi della medicina dolce, l’omeopatia, utile per risolvere il problema senza incappare in dannosi effetti collaterali.

Con l’arrivo della primavera (ma anche dell’autunno), quando si manifestano maggiormente problemi digestivi, è utile ripetere una cura a base di fico. 

Il fico era già anticamente noto per le sue proprietà: in caso di reflusso gastroesofageo ha effetti equilibranti dell’apparato digerente. Si assume sotto forma di macerato glicemico e aiuta a combattere gli spasmi e l’acidità. Vanno assunte 50 gocce in mezzo bicchiere d’acqua prima di andare a dormire per due mesi.

L’angelica invece (sotto forma di olio essenziale, 1-2 gocce in un cucchiaino dopo pranzo e dopo cena per 20 giorni) ha proprietà sedative e digestive.

RIMEDI NATURALI REFLUSSO GASTROESOFAGEO

Anche la liquirizia ha un’azione antinfiammatoria: fa diminuire gli spasmi e protegge le mucose. Va assunta sotto forma di decotto (2 gr di liquirizia in 100 ml di acqua da bere dopo i pasti per 15 giorni), ma attenzione a limitare l’uso nel tempo per evitare spiacevoli effetti collaterali, come la ritenzione idrica e l’ipertensione. 

Anche l’alloro, la menta piperita e la melissa sono utili per contrastare la risalita degli acidi: in questo caso è bene bere dopo i pasto un infuso preparato con 3 foglie fresche o essiccate di alloro, un cucchiaino di foglie fresche di menta piperita, e un cucchiaio di foglie di melissa, lasciandoli in infusione in 100 ml di acqua.

L’infuso favorisce la digestione e rinforza le pareti dello stomaco e contrasta lo stress grazie alle azioni sedative e digestive.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>