Le foglie di tabacco potrebbero curare la rabbia

di Alessandro Bombardieri Commenta

Un recente studio dell’Hotung Molecular Immunology Unit del St. George’s, University of London, ha scoperto che con le foglie di tabacco si potrebbe curare la rabbia, una malattia di cui si sente parlare poco ma ancora molto diffusa anche al giorno d’oggi.


Secondo la ricerca portata avanti nell’università britannica, le foglie di tabacco potrebbero essere usate per produrre un anticorpo capace di bloccare il virus della rabbia. I ricercatori hanno creato in laboratorio un anticorpo che evita che il virus della rabbia aggredisca il corpo ma in particolare impedisce al virus di arrivare al cervello, andandosi invece a fissare sulle terminazioni nervose vicine alla zona interessata dal morso dell’animale. I ricercatori sono anche riusciti a rendere sequenze di anticorpi tollerabili da chiunque.

SINTOMI RABBIA

Come affermato dal dottor Leonard Both, coautore dello studio, la rabbia ogni anno uccide molte persone e può colpire anche chi viaggia, perciò è molto importante riuscire a realizzare un anticorpo dal basso costo in piante transgeniche. Questa soluzione potrebbe rappresentare un’ottima prevenzione per famiglie a basso reddito nei Paesi in via di sviluppo, riuscendo a salvare molte vite umane. Solitamente infatti un’infezione di rabbia non curata significa morte al 100%.

La rabbia è una zoonosi, cioè una malattia che può essere trasmessa da animale ad uomo. Non è necessario essere morsi dall’animale per essere infettati, ma basta anche solo entrare in contatto con la sua saliva. Ecco perchè si tratta di una malattia ancora molto diffusa, in particolare nei Paesi più poveri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>