Eliminare gonfiore e ritenzione idrica con centella e mirtillo

di Alessandro Bombardieri Commenta

La ritenzione idrica ed il gonfiore possono essere eliminati usando erbe drenanti, come centella e mirtillo. La ritenzione idrica provoca un allargamento dei fianchi, il gonfiore dunque tende a scendere sulle cosce, andando anche ad appesantire le caviglie.


Nella centella asiatica sono presenti sostanze che hanno la capacità di drenare, rafforzare la tenuta dei vasi e dei capillari. La centella si è dimostrata efficace nella cura dell’insufficienza venosa, per la sua capacità di migliorare il flusso del sangue negli arti interessati dal gonfiore, portando ad una veloce riduzione dei gonfiori. La centella viene usata come estratto secco, si consiglia di prenderne una capsula prima di colazione.

RIMEDI NATURALI GONFIORE ADDOMINALE

I mirtilli invece contengono antocianosidi, ossia sostanze antiossidanti in grado di migliorare la resistenza dei capillari e diminuire l’infiammazione che porta alla ritenzione di liquidi. Gli estratti del mirtillo inoltre effettuano un’azione stabilizzante sul collagene, riducendo la flaccidità e tonificando la pelle. Si consiglia di bere succo di mirtillo biologico, verso metà mattinata e metà pomeriggio; per avere un risultato ancora migliore si può anche abbinare al succo una capsula di estratto secco di mirtillo nero.

Infine si consiglia anche l’uso dell’ippocastano, grazie alle sue proprietà tonificanti, drenanti e rassodanti. Si consigliano 20 gocce di tintura madre di Aesculus Hyppocastanum alla sera prima di andare a dormire nei casi più gravi, invece sono consigliate fino a 40 gocce di macerato glicerico di ippocastano nei casi meno gravi, sempre la sera prima di coricarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>