Videogame efficaci contro la dislessia infantile

di Fabiana Commenta

Secondo un recente studio i videogiochi sono più efficaci dei trattamenti tradizionali di lettura contro la dislessia

Una notizia che forse non sarà particolarmente gradita per genitori: sembra infatti che i videogame possano aiutare i bambini dislessici a leggere meglio.

Una vera e propria riabilitazione per i tanto demonizzati videogame accusati, e non a torto, di distrarre i bambini.

La piena riabilitazione dei videogame arriva da uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology e condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università degli Studi di Padova e coordinato dal dottor Andrea Facoetti. Secondo i ricercatori 12 ore trascorse a giovare ai videogiochi d’azione possono migliorare la capacità di lettura del bambino ottenendo risultati ben più efficaci di quanto non possa fare un anno di trattamento di lettura tradizionali.

In che modo però i videogame riescono ad essere concretamente utili per la dislessia? Per capirlo è necessario arrivare all’origine del problema dislessia: si tratta di un disturbo dell’apprendimento che riguarda la capacità di leggere e scrivere in modo corretto e fluente.

DISLESSIA

In Italia un bambino su dieci è dislessico, manifestando notevoli difficoltà a leggere causate da concreti deficit di attenzione visiva. Per arrivare alle conclusioni redatte il team di ricercatori italiani ha testato la lettura, le capacità fonologiche e il grado di attenzione di due gruppi di bambini dislessici che non utilizzavano con regolarità i videogame.

Le stesse capacità dei bambini sono state di nuovo test dopo aver giocato con videogiochi di azione o non-azione per nove sedute di 80 minuti. I dati hanno dimostrato che i bambini che avevano giocato erano stati successivamente in grado di leggere più velocemente senza errori.

Insomma il miglioramento, anche a distanza di due mesi, era stato innegabile. Questi perché il videogame va a sollecitare un’abilità di percezione del contesto e una più rapida attenzione al particolare di quanto non faccia la tradizionale lettura.

Grazie ai videogiochi i bambini dislessici imparano a focalizzare la loro attenzione che potrà essere utilizzata anche sulla lettura.

DISLESSIA AGGRAVATA DA AMBIENTI SCOLASTICI RUMOROSI

I buoni risultati dello studio hanno indotto la prosecuzione della sperimentazione all’interno della scuola tanto che una serie di giochi per tablet saranno utilizzati nelle scuole dell’infanzia di Lecco su un campione di 40 bambini considerati a rischio dislessia.

 

Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>