Trattamento della sindrome da deficit di attenzione e iperattività

di Vito Verna 1

La sindrome da deficit di attenzione e iperattività può venir efficacemente trattata, contrariamente a quanto si possa credere, grazie al solo ricorso a sedute di psicoterapia.

Una volta che si siano individuati i presunti sintomi della sindrome da deficit di attenzione e iperattività, e ci si sia dunque rivolti al proprio medico che, confermando o meno le nostre impressioni, abbia richiesto un consulto specialistico che abbia confermato, oltre ogni ragionevole dubbio, la diagnosi di sindrome da deficit di attenzione e iperattività, si procederà, dunque, all’elaborazione della più efficacie strategia di trattamento che, contrariamente a quanto si possa comunemente pensare, non si basa soltanto, o per lo meno non esclusivamente, sulla somministrazione di farmaci.

Vi è da sottolineare, infatti, come la sindrome da deficit di attenzione e iperattività possa e debba venir affrontata, innanzitutto, sottoponendo il soggetto affetto a sedute terapeutiche che comprenderanno, nella maggior parte dei casi, l’approccio psicologico:

comportamentale

cognitivo

familiare

interpersonale

L’ADHD INFLUISCE SUI TASSI DI ABBANDONO SCOLASTICO

Questa strategia, unitamente al deciso cambiamento negli stili di vita cui viene incoraggiato il paziente, hanno dimostrato, infatti, di avere un’altissima efficacie nel trattamento della sindrome da deficit di attenzione e iperattività riuscendo a guarire, a volte definitivamente più spesso nel medio periodo, il paziente.

Qualora, invece, il terapeuta decida di intraprendere una via più decisa, poiché, per esempio, le sedute preliminari si siano dimostrate inefficaci oppure poiché si cerchi di fissare nel tempo i risultati conseguiti con la psicoterapia, si potrebbe procedere, in particolare, alla somministrazione di:

– metilfenidato (Ritalin)

– anfetamine

– atomexatina

– guanfacine

Commenti (1)

  1. Quindi ognuno di noi se distratto,od u bambino che ha voglia di giocare o sogna ad occhi aperti,…..e’ malatooo!
    !!!!!!!!!! Ma siete mattii?????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>