Coulrofobia, cause e sintomi

di Elena Botta 2

Oggi vogliamo parlare della coulrofobia, una fobia che è balzata agli onori delle cronache rosa perchè l'attore Robert Pattinson ha dichiarato di soffrirne a causa di un trauma che ebbe da bambino

64347593

Abbiamo già parlato di fobie e paure e abbiamo trattato nello specifico alcuni tipi di fobie che possono sembrare molto particolari o addirittura assurde, ma in certi casi risultano essere invalidanti per le persone che ne soffrono.
Oggi vogliamo parlare della coulrofobia, una fobia che è balzata agli onori delle cronache rosa perchè l’attore Robert Pattinson ha dichiarato di soffrirne a causa di un trauma che ebbe da bambino.



La coulrofobia è la paura dei clown ed è una fobia che è spesso presente nei bambini, ma può anche verificarsi in età adulta come appunto nel caso dell’attore di Twilight.
La paura dei clown di cui soffre Robert Pattinson, è una paura del trucco eccessivo, delle parrucche esagerate e dei nasi colorati di rosso, cioè tutto ciò che nasconde l’identità della persona che indossa quegli abiti.
Il tutto scaturisce da un qualche trauma infantile che è collegato all’immagine dei pagliacci e anche dopo aver visto il ritratto di un clown spaventoso (un esempio può essere il film It, tratto dal romanzo di Stephen King o il Joker di Batman) ha scaturito un vero e proprio trauma che arriva anche a manifestarsi come un vero e proprio attacco di panico.
Pattinson infatti in proposito ha raccontato che la sua paura nasce da un’esperienza avuta da bambino, quando durante uno spettacolo, ha assistito alla morte in diretta di un clown che si trovava dentro una trick box che è esplosa e questo episodio gli ha segnato l’infanzia.

Commenti (2)

  1. il 70% di questo articolo cita la coincidenza,con la fobia di Robert Pattison.
    Quando ho aperto l’articolo che ho visto dal menu,mi interessava leggere,essere informato su questa fobia.
    E’ stato scritto 5 volte Pattison,non è che sia tanto importante al lettore la cosa!
    Mah..

  2. In questo pseudoarticolo, molto corto, lo hanno allungato ripetendo 3 o 4 volte le stesse frasi. Cazzo che professionisti del giornalismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>