Fumare in gravidanza associato a disturbi comportamentali nel bambino

di Luca Bruno Commenta

Un recente studio di ricercatori americani e britannici ha rilevato una forte percentuale di bambini con problemi comportamentali tra le donne che fumano durante la gravidanza.

gravidanza1

Un recente studio di ricercatori americani e britannici ha rilevato una forte percentuale di bambini con problemi comportamentali tra le donne che fumano durante la gravidanza.
La ricerca, sviluppata tra diverse università britanniche e statunitensi e pubblicata sulla rivista Journal of Epidemiology and Community Health, è il frutto dell’esame di una grande mole di dati, un campione di 14.000 coppie di madri e bambini nati tra il 2000 ed il 2001 in Inghilterra.
Le madri fumatrici sono state raggruppate in due gruppi, classificate in fumatrici leggere o forti fumatrici a secondo del numero di sigarette fumate durante il giorno nel periodo della gravidanza.

Tutte le madri sono state sottoposte ad uno specifico questionario sul bambino, dell’età di tre anni, orientato a scoprire eventuali problemi di comportamento o disturbi da deficit di attenzione.

Prima di valutare i dati i ricercatori hanno tenuto conto di fattori che potevano influire sui risultati, come l’età della madre alla nascita del bambino, il livello di istruzione e lo status socio-economico, la stabilità della famiglia e la possibile genitorialità problematica.

Le madri fumatrici leggere hanno evidenziato una probabilità del 44% maggiore di avere un figlio con problemi di comportamento, mentre tra le fumatrici pesanti questa probabilità sale fino all’80%.

Sia le fumatrici pesanti che leggere, avevano poi una probabilità significativamente più alta che il bambino maschio avesse disturbi da iperattività o da deficit di attenzione.

Per le bambine il fumo in gravidanza è stato significativamente associabile a problemi di comportamento ma non alla sindrome da iperattività e deficit di attenzione.

Secondo i ricercatori questi risultati confermano studi precedenti che avevano osservato analoghi risultati prendendo in considerazione diverse fasce di età. Fumare in gravidanza può avere effetti diretti sullo sviluppo della struttura e del funzionamento del cervello nel feto, così come hanno dimostrato altri studi condotti su topi da laboratorio.

Un’altra buona ragione per cui le madri dovrebbero fare ogni sforzo per smettere di fumare, ancora meglio se prima che inizi la gravidanza.

Fonte BBCNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>