Albergo gratis per i genitori dei bambini malati

di Fabiana Commenta

Iniziativa di solidarietà al Bambino Gesù di Roma che offre il pernottamento gratuito alle famiglie dei piccoli pazienti

Un’iniziativa all’insegna della solidarietà lanciata dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma a partire dal giorno dell’Epifania, il 6 gennaio e per tutto l’anno, la struttura si impegnerà a garantirà duemila notti gratuite in hotel per i genitori dei bambini malati ricoverati.

Molto spesso curare un bambino può diventare oneroso per la famiglia nel momento in cui deve sostenere le spese per spostarsi e per pernottare in una città diversa dalla propria e nel momento di crisi economica come quello vissuto dall’Italia la situazione è ancora più drammatica.

Il patto siglato tra Confimprese Turismo Italia e Associazione Bambino Gesù Onlus intende aiutare concretamente i genitori dei piccoli che si rivolgono al famoso ospedale romano e che provengono da tutta Italia e dall’estero. L’obiettivo concreto della struttura, spiegato da Giuseppe Profiti, presidente dell’Ospedale Pediatrico, è di farsi carico delle necessità oggettive dei pazienti e delle loro famiglie, sotto ogni punto di vista.

L’iniziativa prevede che vengano offerti 2000 pernottamenti nell’arco dei prossimi dodici mesi (a partire dal 6 gennaio): le camere convenzionate potranno accogliere due o tre persone ciascuna e saranno assegnate tramite l’Associazione Bambino Gesù, a coloro che dimostrano di avere maggiori difficoltà nel sostenere le spese per ricoveri e degenze lunghe.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, fondato nel 1869, è una delle eccellenze nel territorio italiano e non solo specializzato nella cura anche di malattie rare. Secondo i dati diffusi dall’ospedale, solo nel 2012 sono stati registrati 25mila i ricoveri dei piccoli pazienti al Bambino Gesù.
Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>