Spinometria per prevenire i problemi alla schiena

di Fabiana Commenta

Visite gratuite a maggio per identificare precocemente i difetti posturali

Mal di schiena: ne soffrono stabilmente circa 15 milioni d’italiani, anche se in forma più o meno grave e almeno l’80% della popolazione ne ha sofferto almeno una volta nella vita. 

E non sono esenti neppure i bambini che rappresentano addirittura il 12,7% di quanti soffrono di questo disturbo.

È chiaro che il mal di schiena può avere moltissime cause, dalla classica postura scorretta alla scarpe inadatte, dalla vita troppo sedentaria senza movimento, fino addirittura alla protesi dentarie che possono avere rflessi sul cranio e sulla postura.

 

Ma è pur vero che identificare precocemente i difetti della postura ed evitare il mal di schiena intervenendo sulle cattive abitudini, si può. È anche possibile grazie a un esame innovativo, non invasivo e senza controindicazioni, la cosiddetta spinometria.

Il nuovo esame è molto semplice e indolore, senza effetti dannosi per la salute: può essere addirittura effettuato senza protezioni di alcun genere visto che non presenta radiazioni. Dura solo un minuto, ma consente d’identificare subito i comportamenti non corretti della postura e di conseguenza di agire per correggerli. 

VELENO DELLA API PER CURARE IL MAL SI SCHIENA

L’analisi si basa su semplici fasci di luce alogena che vengono proiettati sulla schiena del paziente e che ne ricostruiscono in 3d il dorso. 

 

Il professor Valter Santilli, ordinario di medicina fisica e riabilitativa all’Università La Sapienza, spiega però che la spinometria non è una vera alternativa ai raggi x, quanto un’analisi complementare: offre infatti la possibilità di poter effettuare un primo screening nel selezionare i pazienti che necessitano di una radiografia.

 

L’esame sarà proposto per tutto il mese di maggio e potrà essere effettuato gratuitamente in 60 centro in tutta Italia che aderiscono all’iniziativa ”Schiena in salute”, promossa dalla Scuola di specializzazione in medicina fisica e riabilitativa dell’Università “La Sapienza” di Roma. Per poter conoscere con maggior esattezza l’iniziativa e i centri aderenti, è possibile visitare il sito  www.schienainsalute.it.

 

 

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>