Sintomi e rimedi coliche renali

di Fabiana Commenta

Dolori intensi e improvvisi sulla parte bassa della schiena: la cura e la prevenzione delle coliche renali

Un dolore molto intenso che colpisce la parte bassa e il lato della schiena: potrebbe essere il dolore che indica una colica renale. In realtà il dolore, tale da essere paragonato a quello del parto, può arrivare a colpire anche diverse zone dell’addome andando a complicare una diagnosi esatta.

Gli spasmi muscolari vanno a colpire la parte bassa della schiena per arrivare ai genitali e alla coscia: il dolore può essere intermittente e alternare fasi di dolore più o meno acuto. alterna fasi decrescenti ad altre più acute. Può essere accompagnato anche da altri sintomi come nausea, vomito, difficoltà e dolore nell’urinare.

Ma da che cosa possono essere causate le coliche? Generalmente dipendono dalla presenza di un calcolo renale presente all’interno del rene che poi si è incastrato nel bacinetto renale o nell’uretere e da cui non riesce a uscire attraverso la vescica a causa delle dimensioni o magari della conformazione.

In questo caso il dolore che si presenta è intenso, con contrazioni molto forti. In casi meno gravi il dolore può essere causato da infiammazioni localizzate o da traumi lievi che possono essere provocati da piccolissimi calcoli, più simili alla sabbia, detta renella, che però poi vengono espulsi da soli.

Il dolore provocato sai calcoli renali può scatenarsi all’improvviso, può essere anticipato da un periodo di malessere o può essere causato da un’intensa attività fisica, qualche eccesso alimentare a tavola o dopo l’attività sessuale. Per poter diagnosticare con esattezza i calcoli è necessario sottoporsi a un’ecografia o una radiografia.

 

Quando si è colpiti dal dolore causato da colica renale è necessario rivolgersi al medico o al pronto soccorso in modo da poter evitare ulteriori complicazioni, vanno somministrati farmaci antispastici che consentono di fermare la colica, ma nelle forme più lievi possono essere somministrati anche farmaci antinfiammatori non steroidei (i Fans) che calmano il dolore e che riducono le infiammazioni.

SUCCO DI LIMONE PREVIENE CALCOLI RENALI

Anche se non esiste una prevenzione specifica per i calcoli è anche vero che è possibile cercare di prevenire l’aggregazioni di sali minerali (che si trasformano nei calcoli) mantenendo l’organismo idratato, bevendo molta acqua e mangiando frutta e verdura. Attenzione perché l’urina scura può essere sintomo di eventuale formazione dei cristalli.
Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>