Nuova tecnica nei trapianti del rene evita il rigetto

di Luca Bruno Commenta

Un procedimento innovativo ha permesso ad un'equipe medica britannica di trapiantare con successo il rene in una donna, evitando che questo provocasse fenomeni di rigetto.

reni1

Un procedimento innovativo ha permesso ad un’equipe medica britannica di trapiantare con successo il rene in una donna, evitando che questo provocasse fenomeni di rigetto.
Il rene era stato donato dalla sorella, nonostante che precedenti sperimentazioni avevano già stabilito che l’organismo della donna avrebbe respinto, come estraneo, il rene trapiantato.
I medici hanno messo a punto una tecnica innovativa, la “cryofiltration”, per riuscire a bypassare la risposta del sistema immunitario ed i fenomeni di rigetto.

Una sperimentazione che in futuro potrebbe consentire a molti più pazienti di essere sottoposti al trapianto anche quando le premesse suggerirebbero che l’organismo potrebbe rifiutare il nuovo organo.

Uno dei sistemi attualmente utilizzati per ridurre le risposte del sistema immunitario è quella di agire farmacologicamente, ma nella donna in questione ciò non era possibile a causa della sua pressione bassa. Ecco quindi che i medici hanno sperimentato questa nuova procedura, la prima volta che essa viene utilizzata al mondo.

Questa consiste nel far passare il plasma sanguigno attraverso una macchina che lo congela provvisoriamente, trasformando proteine ed anticorpi un una sostanza gelatinosa, la quale può essere così facilmente filtrata. In seguito il plasma viene nuovamente riportato a temperatura normale e reimmesso nell’organismo del paziente.

L’operazione, realizzata nel mese di novembre sembra ad oggi avere avuto successo, un successo che potrebbe aprire molte prospettive in futuro nelle tecniche di trapianto renale, che per alcuni significa aspettare anni un possibile donatore, con gravi rischi per la propria salute.

Fonte BBCNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>