Emilia Romagna finanzia primo studio italiano sul Metodo Zamboni

di Vito Verna 4

Al via la sperimentazione ufficiale italiana del Metodo Zamboni coordinata dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e finanziata dalla Regione Emilia-Romagna.

La Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna, per la prima volta in Italia, avrebbe deliberato, nella tarda mattinata di lunedì 6 febbraio 2012, di stanziare circa 3 milioni di euro, 2,742 in particolare, a favore dei ricercatori responsabili del progetto BRAVE DREAMS.

Scopo del progetto è quello di riuscire definitivamente a dimostrare, senza lasciar adito ad alcuna sorta di dubbio o perplessità, sia l’efficacia che la sicurezza del cosiddetto Medoto Zamboni, terapia sperimentale elaborata dal medico Paolo Zamboni per il trattamento dei pazienti affetti da sclerosi multipla, malattia degenerative delle più complesse, delle più insidiose, delle più pericolose.

SCLEROSI MULTIPLA E CCSVI SPERIMENTAZIONI IN USA MA NON IN ITALIA

Lo studio in questione, in particolare, si concentrerebbe sull’analisi dei dati risultati dalla sperimentazione clinica umana del Metodo Zamboni che, nei prossimi mesi, arriverà a coinvolgere ben 700 volontari provenienti dalle più svariate regioni italiane nonché da un gran numero di centri specializzati nel trattamento della terribile patologia in questione.

SCLEROSI MULTIPLA E CCSVI: UN PASSO INDIETRO DAI RICERCATORI

Al termine della revisione sistematica di cui sopra, come poc’anzi accennato, i pazienti affetti da Sclerosi Multipla potranno conoscere gli esiti della sperimentazione nonché venir informati, così come il resto del mondo, dell’efficacia o meno del Metodo Zamboni e, di conseguenza, della sua diffusione ed applicazione a livello globale.

I fondi stanziati dalla Regione Emilia-Romagna, come confermato da una nota ufficiale, verranno gestiti dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara che, in quanto luogo d’origine del Metodo Zamboni, avrà il compito di coordinare l’intera attività dei medici nonché degli istituti di ricerca coinvolti.

Commenti (4)

  1. Si oramai l’intervento si fa solo in centri privati ed è un peccato. Anche io ho fatto l’intervento dal dottor Gargano e sono rinata. Dico a tutti informatevi e leggete!

  2. Not sure how the etiquette gods feel about it, but I tend to stab my food with the chipctosk when faced with situations like this.Wouldn’t recommend that for broccoli Rob though Unless he’s a jerk.

  3. Thanks, Kevin! It was great having you in and I can’t wait to see the fisnihed video. (And the book, of course!) I’ve added your blog to the Annick blogroll, too.

  4. !! Eric looks pretty proud! Are you ready for nuebmr two on skates?? Guess it will be a few years yet and you will love it we know! Anxious to see all of you at Christmas time take care until then .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>