Coscienza innata esiste

di Elena Botta Commenta

Recentemente è stata fatta una scoperta sensazionale da un'equipe di neuroscienziati dell'École Polytechnique Fédérale di Losanna, in Svizzera, guidati dal prof. Henry Markram che ha dimostrato che esiste la coscienza innata.

brain_brain

Recentemente è stata fatta una scoperta sensazionale da un’equipe di neuroscienziati dell’École Polytechnique Fédérale di Losanna, in Svizzera, guidati dal prof. Henry Markram che ha dimostrato che esiste la coscienza innata.
In poche parole, il funzionamento neuronale non per forza è determinato dall’esperienza e questo apre nuove strade nel campo neurologico perchè fino adesso si sapeva che vi era una stretta correlazione tra le due cose.
Infatti i circuiti neuronali si stabilivano e si sviluppavano grazie alle esperienze acquisite tramite un fenomeno che prende il nome di plasticità sinaptica.



Questo meccanismo si palesa quando si vuol ricordare un evento o si vuole apprendere qualcosa e ne regola il corretto funzionamento; uno studio recente però ha dimostrato che non per forza l’esperienza abbia a che fare con la coscienza, ma che questa sia pregressa e indipendente dalle esperienze acquisite.
I ricercatori hanno così dimostrato che piccoli gruppi di neuroni si interconnettono a livello della neocorteccia sulla base di alcune semplici e immutabili regole.
Questi gruppi sono formati da una cinquantina di neuroni che formano delle specie di blocchi che contengono al loro interno una sorta di coscienza innata come una percezione fisica che è comune per tutti gli esseri umani.
Questo è stato possibile dimostrarlo grazie all’accostamento di due neuroni ad un terzo esterno e si è visto che i tre si sono connessi.
Ciò dimostrerebbe che le rappresentazioni fondamentali della conoscenza di base sono inscritte nei nostri geni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>