Alzheimer più a rischio di attacchi epilettici

di Luca Bruno Commenta

Associazione tra Alzheimer ed insorgenza di crisi epilettiche e convulsioni. Uno studio ha evidenziato un rischio maggiore tra i malati più giovani.

cranio

Le persone con malattia di Alzheimer hanno un rischio maggiore di attacchi epilettici e convulsioni, secondo un recente studio realizzato da ricercatori del centro di studi Janssen Alzheimer Immunotherapy Research & Development. Per realizzare lo studio i ricercatori hanno analizzato dati provenienti da quasi 15.000 pazienti britannici di età superiore ai 50 anni, confrontando i dati raccolti con quelli di un analogo gruppo di persone della stessa fascia di età ma non colpiti dal male.

Il gruppo di malati di Alzheimer sono stati seguiti per una media di 2,3 anni, mentre il gruppo di controllo è stato seguito per una media di 3,4 anni.

Durante il follow-up, il tasso di incidenza di crisi epilettiche tra i pazienti di Alzheimer è stata del 9,1 ogni 1.000 persone per anno, mentre nel gruppo di controllo l’incidenza è stata di appena l’1,4 per 1000. Ciò significa che il tasso di incidenza di crisi epilettiche è stata di 6,4 volte maggiore per i pazienti affetti da Alzheimer.

I ricercatori hanno anche scoperto che il tasso di incidenza di convulsioni e crisi epilettiche risultava più elevato nei malati più giovani, e diminuiva gradatamente con l’età.

Mentre nel gruppo di controllo il tasso di incidenza di crisi epilettiche è risultato aumentae leggermente con l’avanzare dell’età.

L’aumento del rischio di convulsioni è motivo di preoccupazione per tutti i malati di Alzheimer, commentano i ricercatori, e per i più giovani è necessario essere al corrente di questo problema.

L’evidente connessione tra morbo di Alzheimer ed episodi epilettici suggerisce la necessità dunque, concludono i ricercatori, di svolgere ulteriori ricerche sulla base biologica di entrambe le malattie e sulle possibili terapie per affrontare entrambe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>