Allenare il cervello aumenta il benessere e migliora il carattere

di Fabiana Commenta

Secondo Richard Davidson è possibile stimolare e allenare il proprio cervello per essere più felici e migliorare la propria personalità

Agire sul nostro cervello aiuta ad essere felici e a migliorare il proprio benessere interiore. Anche il cervello effettivamente è un muscolo e una serie di esercizi mirati aiuterebbero a migliorare la propria personalità e il proprio carattere, in pratica ad essere più felici.

Ma è davvero così? Lo sostiene il neuroscienziato e psicologo Richard Davidson che parla in particolare di neuroscienza affettiva, un’attività che stimola e allena il cervello a rendere le personalità più serena. Si tratta in pratica di una vera e propria ginnastica per la mente: dato che alcune parti del cervello regolano e determinano le emozioni e le azioni, è chiaro che si può agire direttamente sul cervello stesso per migliorare il proprio carattere. Davidson propone alcuni esercizi di tipo emozionale che consentono di sviluppare una migliore coscienza di sé: si può diventare più consapevoli di sé stessi, migliorare l’attenzione e i rapporti con gli altri. Che cosa è necessario fare concretamente per praticare esercizi del genere?

Davidson ha una soluzione per tutto. È necessario riempire la casa e l’ufficio di ricordi felici, come ad esempio le foto di famiglia o gli oggetti più cari, facendo attenzione a cambiarli di tanto in tanto per non abituarsi del tutto. È molto importante imparare a ringraziare guardando negli occhi le persone e tenere un diario dove annotare le proprie esperienze felici.

Fare i complimenti agli altri aiuta a riconoscere i valori nelle persone e anche la meditazione rientra nel processo di acquisizione di benessere. Per aumentare il proprio livello di attenzione è bene stare 10 minuti al giorno in una stanza silenziosa e fissare ad occhi aperti un solo oggetto rivolgendogli tutta la propria attenzione. E infine per migliorare i rapporti con le persone è consigliabile imparar ad osservare il linguaggio del corpo ed il tono della voce degli altri per poter capire le loro vere emozioni.

MEDITAZIONE HA EFFETTI POSITIVI SUL CERVELLO

 È possibile anche diventare più elastici mentalmente: in questo caso sarebbe sufficiente dedicare 10 minuti al giorno per 4 volte alla settimana, per stimolare la compassione nei confronti di persone malate o sofferenti per potersi identificare con lui in una sorta di catarsi.

Per controllare le proprie reazioni impulsive è consigliabile compilare una lista di eventi o di comportamenti che vadano ad innescare le proprie reazioni immediate: ripensare con calma a questi eventi ci rende più rilassati.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>