Malattie sessualmente trasmissibili

di Luca Bruno 16

Sono identificate come malattie sessualmente trasmissibili quelle infezioni, provocate da virus, funghi e batteri che si trasmettono da una persona ad un'altra attraverso i rapporti sessuali.

coppia2

Sono identificate come malattie sessualmente trasmissibili quelle infezioni, provocate da virus, funghi e batteri che si trasmettono da una persona ad un’altra attraverso i rapporti sessuali.
La tipologia di queste infezioni è molto ampia, ed anche il veicolo di infezione può essere molto differenziato. In generale lo sperma, il sangue ed i liquidi vaginali sono il mezzo con cui avviene il contagio, nella maggior parte dei casi, ma per alcune infezioni, come la sifilide, o l’herpes genitale, è sufficiente il contatto con porzioni di pelle malata o piaghe perchè ciò avvenga.

In taluni casi anche la saliva è un veicolo di contagio, e sovente la madre può trasmettere l’infezione al feto durante la gravidanza.

Un tempo alcune di queste, per esempio la sifilide, erano particolarmente diffuse, e, mancando gli strumenti medici e farmacologici efficaci che oggi sono invece disponibili, esse avevano un decorso in molti casi letale per coloro che ne erano colpiti.

A ciò contribuiva anche l’alone di “peccato” che accompagnava sovente il fatto di aver contratto il male, e quindi la tendenza a nascondere l’infezione invece che tentare di curarla, ed anche la scarsa conoscenza dei mezzi per evitare il contagio.

Sebbene oggi la maggior parte delle malattie sessualmente trasmissibili, se si esclude l’HIV, siano facilmente curabili, se si interviene per tempo, esse sono ancora un flagello in molte regioni del pianeta, ed anche nell’occidente industrializzato, sebbene in calo rispetto al passato sono ancora e sempre un fenomeno preoccupante, soprattutto in quella fascia di popolazione, i giovani, la cui attività sessuale è intensa, prevede sovente una percentuale maggiore di rapporti occasionali, e spesso non è accompagnata da una conoscenza e da un uso consapevole della prevenzione e della protezione.

Le malattie trasmesse da virus sono:
AIDS, o Sindrome da ImmunoDeficenza Acquisita, provocata dal virus dell’HIV
Virus dell’Herpes Genitale, HSV
Virus del papilloma umano HPV, che provoca i cosiddetti condilomi genitali

Le malattie trasmesse da batteri sono:
Clamidia
Sifilide
Gonorrea

Trasmessa da funghi:
Candidosi

Possono esserci malattie trasmesse da protozoi:
Trichomonas Vaginale

Altre infezioni e disturbi che, sebbene non forzatamente appartengono alla sfera delle infezioni dell’apparato genitale, possono essere trasmesse durante un rapporto sessuale:
Epatite B
Epatite C
Scabbia
Piattole

L’uretrite non specifica, anch’essa trasmessa da rapporti sessuali, è un’infezione che occorre all’apparato genitale maschile. E’ denominata “non-specifica” perchè le cause di questa possono essere le più diverse e non essere perciò chiaramente identificabili.

Commenti (16)

  1. Sono stato da dermatologi per causa di una infiammazione sul glande, no in forma piena, ma da una macchia di circa 10 mm di diametro e di più estesa sul prepuzio, allo stesso punto dove poggia sul glande, in più alla macchia sul prepuzio si nota un lieve umore liquido, non mi e stata diagnosticata la causa ne il tipo di malattia, la cura datami da 5 dermatologi sono le seguenti: la prima terapia con, (Lomexin 2% crema), seconda con, (VEA OLIO base), terza con, (Filoderm fluido detergente ed Filoderm polvere), quarta con, (Gyno-canesten 2% crema vaginale), quinto con, (Advabase crema idratante lenitiva – con prelievo fatto con un bastoncino e analizzato – con responso negativo), fatto presente che, al minimo di smegma bruciore e prurito fortissimo; chiedo se da voi e possibile una risposta per mettere fine a questo tormento che si protrae da 16 mesi con analisi del sangue e urine tutte OK e con terapia. Sentitamente ringrazio in attesa di una vostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>