Pericolo per i bambini dai detergenti per la casa

di Luca Bruno Commenta

I prodotti della casa costituiscono ancora oggi un pericolo per avvelenamento accidentale nei bambini molto piccoli, soprattutto le confezioni con dispositivo spray.

detergente

Sebbene quelli pubblicati su Pediatrics nell’ultimo studio realizzato sull’argomento si riferiscano alla nazione statunitense, il dato sul numero di infortuni occorsi ai bambini dall’esposizione a prodotti detergenti per la casa sembra dare risultati in flessione o in decrescita, almeno rispetto agli anni ’90.
Tuttavia ancora ogni anno sono migliaia i bambini che vengono ricoverati in ospedale o nei centri antiveleno a causa di avvelenamento accidentale causati dai detergenti domestici.

La candeggina o varechina sembra essere ancora il prodotto più comunemente associato a danni ai bambini, con il 37,1% dei casi ed il dato più interessante e significativo è che nel 40,1% dei casi si tratta di confezioni di detergente dotate di un dispositivo spray.

Il tasso di infortuni provocato da questo tipo di dispositivo è infatti risultato l’unico costante secondo quanto rilevato dai ricercatori.

Ciò perchè, aggiungono dal Nationwide Children’s Hospital’s Center for Injury Research and Policy dove è stata realizzata la ricerca, il dispositivo spray resta ancora molto semplice da azionare, anche per un bambino piccolo.

Un altro aspetto messo in luce dalla ricerca riguarda il fatto che molto spesso questi liquidi vengono venduti in confezioni molto colorate, e spesso anche lo stesso liquido è vistosamente colorato. Un motivo questo che potrebbe indurre il bambino ad essere attratto dal liquido contenuto, scambiandolo per un succo di frutta o uno sciroppo, soprattutto in quell’età in cui il bambino non sa ancora leggere quanto riportato sulle etichette.

La ricerca si è basata su dati riguardanti 267.000 bambini di età inferiore a 5 anni che nel periodo di tempo trascorso dal 1990 al 2006 erano stati ricoverati in pronto soccorso per questo tipo di incidente domestico.

Il 72% dei casi si è verificato con bambini di età compresa tra 1 e 3 anni.

Per prevenire lesioni accidentali causate da prodotti per la casa, l’American Academy of Pediatrics raccomanda che lo stoccaggio di sostanze velenose sia effettuato con molta attenzione in armadi chiusi a chiave e lontani dalla vista e dalla portata dei bambini, che al momento dell’acquisto venga valutato quanto l’imballaggio sia a prova di bambino, di mantenere liquidi e detergenti nelle loro confezioni originali per evitare equivoci e di smaltire correttamente avanzi e prodotto inutilizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>