Misurare il pH nel cordone ombelicale come strumento diagnostico

di Luca Bruno Commenta

I livelli di pH nel sangue del cordone ombelicale sono uno strumento diagnostico efficace per valutare rischi di complicazioni cerebrali nel bambino al momento della nascita.

neonato2

L’alta acidità nel sangue del cordone ombelicale al momento della nascita predice la presenza di possibili difetti del bambino, soprattutto dal punto di vista del rischio di complicazioni cerebrali. E’ quanto affermano ricercatori britannici dell’Università di Birmingham che di recente hanno pubblicato in merito uno studio sulla rivista scientifica BMJ.
Il pH è l’unità di misura dell’acidità di un liquido. Il pH 7 indica livelli normali di acidità, un punteggio che si avvicina ad uno rivela un alto tasso di acidità, mentre più si avvicina a 14 più il liquido è invece alcalino.

Il sangue del cordone ombelicale dovrebbe in generale essere intorno al pH 7, ma in alcune situazioni esso risulta invece più basso.

Se il cordone ombelicale è compresso, per esempio, esso limita la quantità di ossigeno che giunge al bambino, ed in questo caso nell’organismo del nascituro si produce acido lattico, alzando in questo modo il livello di acidità del sangue.

La mancanza di ossigeno durante il travaglio è poi la causa più comune di danni cerebrali ed i bambini nati prematuri o molto piccoli sono in condizioni di maggior rischio.

Lo studio si è concentrato sull’analisi di 51 ricerche precedenti sui livelli di pH nel cordone ombelicale. In tutto la ricerca comprendeva un campione di quasi mezzo milione di bambini.

Sebbene i singoli studi analizzati fossero tutti diversi per qualità ed approccio metodologico, i ricercatori hanno evidenziato come in tutti risultava evidente l’associazione tra un basso pH nel sangue e complicazioni cerebrali al momento della nascita.

Un basso pH nel sangue arterioso prelevato dal cordone ombelicale è stato associato ad un rischio 17 volte maggiore di mortalità fetale, 14 volte maggiore di encefalopatie e danni cerebrali e 2,3 volte maggiore di paralisi cerebrale.

Il pH prelevato dal cordone ombelicale viene spesso controllato alla nascita se i medici sospettano che il bambino si sia trovato in condizioni di scarsità di ossigeno.

I risultati della ricerca suggeriscono che tale esame potrebbe essere utilizzato ancora di più come strumento di monitoraggio per i bambini in condizioni di forte rischio.

Misurare il pH è un compito relativamente facile, con l’unica potenziale difficoltà che spesso il cordone ombelicale viene tagliato troppo presto per dare un quadro corretto dei livelli di pH nel sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>