Mamme che allattano e girovita

di Luca Bruno 1

I vantaggi dell'allattamento al seno per i neonati sono tanti e ben conosciuti, ed attualmente cominciano a crescere studi e ricerche che indicano come gli effetti salutari sono tali anche per le mamme.

allattamento

I vantaggi dell’allattamento al seno per i neonati sono tanti e ben conosciuti, ed attualmente cominciano a crescere studi e ricerche che indicano come l’allattamento al seno è altrettanto utile per le mamme.
Secondo il Department of Health and Human Services statunitense l’allattamento al seno apporta una serie di effetti benefici per i neonati, tra i quali la diminuzione del rischio di infezioni dell’orecchio, dell’asma, di problemi di stomaco, di malattie respiratorie ed allergie della pelle, di diabete e persino della sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS).
Nelle madri, la ricerca ha dimostrato che l’allattamento al seno riduce nella madre il rischio di diabete di tipo 2, di cancro al seno e ovaie e di depressione post-partum.

L’ultimo studio sul tema dell’allattamento, realizzato da dottorandi dell’Università di Pittsburgh ha evidenziato un ulteriore aspetto sinora preso poco in considerazione, ma che riveste un’importanza non trascurabile.

Le mamme che allattano al seno, sostengono i ricercatori che hanno eseguito lo studio su un campione di 351 donne di età media di 51 anni, risultano avere un girovita più ridotto di circa 6,6 centimetri. L’adipe sull’addome è considerato tra i fattori di rischio più importanti per un elevato numero di patologie, di conseguenza la riduzione del girovita è da considerarsi un fattore protettivo di notevole importanza.

I depositi di grasso sull’addome, ribadiscono i ricercatori, è il luogo meno sano dove le donne immagazzinano i grassi, e l’allattamento al seno, continuano, sembra proprio avere una funzione fondamentale nel bruciare questi grassi, altrimenti altamente dannosi.

Il gruppo di donne che hanno partecipato allo studio comprendeva un 43% di donne di colore ed un 57% di donne bianche, delle quali l’84% avevano ricevuto una formazione scolastica superiore.

Tra le mamme coinvolte, il 29% non ha mai allattato al seno, il 29% ha allattato al seno ma in maniera non costante (meno di tre mesi all’anno per ogni bambino) mentre il 42% ha allattato costantemente al seno.

Le donne in menopausa ed in pre-menopausa che non hanno mai allattato al seno sono risultate quelle con una circonferenza addominale maggiore nel 28% dei casi.

Il rapporto vita/fianchi, considerato dai medici un valore rilevante nella valutazione dei rischi di malattie cardiovascolari, è stato un altro valore che risultava superiore nelle donne che non hanno allattato al seno, del 4,7% più alto.

I ricercatori non hanno invece trovato alcuna differenza statisticamente significativa nel grasso adiposo tra le donne in menopausa o pre-menopausa tardiva.

Sebbene non sia ancora possibile avere una certezza assoluta in merito – i ricercatori non hanno potuto infatti chiarire se il minor diametro del girovita fosse causato dal fatto di aver allattato al seno piuttosto che da stili di vita più salutari – lo studio indica che questa pratica, se è di sicuro aiuto ai bambini, potrebbe esserlo altrettanto per le mamme.

Commenti (1)

  1. Howdy, I came across your internet site by the use of Yahoo and google whilst hunting for a very similar make any difference, your web blog came in place, it appears excellent. We have book-marked to help the favourites|added onto book marking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>