La pillola dei 5 giorni dopo serve a dimagrire

di Vito Verna Commenta

Indagine shock della Società Medica Italiana per la Contraccezione che avrebbe intervistato le italiane sull'argomento che, purtroppo, avrebbero dimostrato, su una questione così delicata ed importante, un'ignoranza a dir poco imbarazzante.

La pillola dei 5 giorni dopo serve a dimagrire

Indagine shock della Società Medica Italiana per la Contraccezione che, a pochi mesi dall’introduzione delle pillola dei 5 giorni anche in Italia, introduzione sofferta, ma a nostro modo di vedere oltre modo necessaria, sia a causa delle numerose indagini sul farmaco effettuate dalle più importanti istituzioni sanitarie italiane sia a causa della strenua opposizione dei detrattori della pillola che, ancora oggi e nonostante le evidenze scientifiche dimostrino il contrario, affermerebbero come Ella One, questo il nome commerciale del farmaco, non sia un contraccettivo d’emergenza bensì un vero e proprio farmaco abortivo, avrebbe intervistato le italiane sull’argomento che, purtroppo, avrebbero dimostrato, su una questione così delicata ed importante, un’ignoranza a dir poco imbarazzante.

CENTRI DI ECCELLENZA OSTETRICIA E GINECOLOGIA

A domanda diretta, ovverosia a cosa servirebbe Ella One, le italiane avrebbero infatti risposto nel seguente modo:

– Ella One è un farmaco che serve a dimagrire nel caso in cui si abbia mangiato troppo (38,5%)

– Ella One è un farmaco che serve ad alleviare i dolori non delle attuali bensì delle future mestruazioni (18,6%)

– Ella One è un farmaco contraccettivo d’emergenza (42,9%).

TRANSLUCENZA NUCALE

Così Emilio Parisi, Presidente della Società Medica Italiana per la Contraccezione, commentando i risultati dell’indagine: “Evidentemente, nonostante le informazioni fornite dai media continua a permanere un’ignoranza preoccupante, in particolare tra le giovanissime, proprio sulla contraccezione d’emergenza. Eppure sono soprattutto le ragazze in fase adolescenziale e post adolescenziale che dovrebbero sapere come reagire di fronte ad un rapporto a rischio di gravidanza”.

RISCHIO DEPRESSIONE POST-PARTUM PER GLI UOMINI DISOCCUPATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>