Importanza acido folico in gravidanza

di Fabiana Commenta

Durante la gestazione diventa necessario incrementare l’apporto di vitamina B attraverso gli integratori e una dieta corretta

Se il complesso delle vitamine B è indispensabile per ogni individuo, è anche vero che durante la gravidanza assume una particolare importanza l’assunzione della vitamina B9, conosciuta anche come acido folico.

In gravidanza il fabbisogno quotidiano di acido folico aumenta considerevolmente e molto spesso diventa necessario incrementarne ulteriormente la quantità giornaliera curando in modo particolare l’alimentazione.

La vitamina B9, scoperta nel 1935, ha indispensabili virtù visto che svolge un ruolo fondamentale nel corretto funzionamento del sistema nervoso, controlla il metabolismo delle proteine e la sintesi del Dna e nelle donne in gravidanza la carenza di acido folico può provocare la schiena bifida nel neonato.

In realtà l’acido folico non viene prodotto dall’organismo e deve essere assunto attraverso l’alimentazione. Si trova principalmente nelle piante a foglia verde, nei legumi, nel tuorlo d’uovo, nei carciofi, rape, cereali, lievito di birra, kiwi e fragole.

PROPRIETA’ VITAMINA B

Se una corretta alimentazione dovrebbe prevedere la giusta assunzione di vitamina B, ma durante la gestazione l’apporto di acido folico deve essere aumentato. Ottimo mangiare frutta e verdura crude che andranno sempre lavate con la massima cura per evitare il rischio della toxoplasmosi.

IMPORTANZA VITAMINA D IN GRAVIDANZA

Molto spesso in gravidanza, al di là della giusta alimentazione, è necessario incrementare l’apporto di vitamina B attraverso un preciso integratore vitaminico che dovrà affiancarsi alla dieta quotidiana. Secondo gli studi recenti le donne che assumono 400 microgrammi (0,4 milligrammi) al giorno prima del concepimento (per almeno 3 mesi) e durante la gravidanza, riducono concretamente il rischio che il bambino possa essere affetto da malformazioni neonatali.

Attenzione però perché è assolutamente vietata l’autoprescrizione dato che ogni donna deve rivolgersi al proprio medico. 

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>