I campi magnetici potrebbero causare l’obesità tra i bambini

di Vito Verna Commenta

Gli esperti statunitensi, per cercare di dimostrarlo inconfutabilmente, avrebbero innanzitutto analizzato l'esposizione ai campi magnetici domestici di centinaia di donne per tutta la durata della propria gravidanza.

I campi magnetici potrebbero causare l'obesità tra i bambini

Davvero cattive notizie per tutti i genitori italiani giacché, per quanto strano possa sembrare e per quanto, purtroppo, le ricerche scientifiche sin qui condotte abbiano sempre cercato di dimostrare il contrario (riuscendoci in ben più di un’occasione), l’esposizione della madre a tutti i campi magnetici di più evidente intensità, quali quelli quotidianamente generati dai dispositivi wi-fi piuttosto che dai microonde, potrebbe geneticamente modificare il feto che, una volta nato, potrebbe in età prescolare e scolare rischiare di diventare obeso.

DIETA DASH E IPERTENSIONE

Il rischio di diventare obesi, nei bambini sin dal proprio concepimento esposti ai più intensi campi magnetici che i più comuni oggetti e strumenti quotidiani sarebbero in grado di generare in ognuna delle nostre abitazioni, sarebbe stato calcolato dai brillanti ricercatori dell’organizzazione non-profit Kaiser Permanente di Oakland, in California, e, in particolar modo, sarebbe addirittura equivalente al 69%.

PREVENIRE L’EMICRANIA GRAZIE ALL’ALIMENTAZIONE

Gli esperti statunitensi, per cercare di dimostrarlo inconfutabilmente, avrebbero innanzitutto analizzato l’esposizione ai campi magnetici domestici di centinaia di donne per tutta la durata della propria gravidanza.

DIETA NATURALE PER RIMANERE GIOVANI E BELLI

In seguito, dal momento della nascita, i ricercatori avrebbero cominciato a monitorare lo stato di salute, e soprattutto il peso corporeo, dei bambini nati dalle su indicate gravidanze, circa 733, per ben 13 anni grazie a ben 33, diversificati ed approfonditi, check up effettuati in altrettante significative fasi dello sviluppo fisico degli infanti.

Le due serie di dati in questo modo raccolte, infine, sarebbero state accuratamente confrontate e, come poc’anzi anticipato, avrebbero permesso ai ricercatori statunitensi di appurare come i bambini sin dal concepimento esposti ai campi magnetici domestici possano diventare obesi con una probabilità, rispetto ai bambini mai esposti a nessun campo magnetico, superiore al 69%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>