Aborto farmacologico

di Elena Botta Commenta

La pillola RU 486, permette l'espulsione del feto senza nessun costo di degenza per la sanità pubblica e per gli anestesisti, in più è un metodo non invasivo che provoca nella donna a cui viene somministrato solo un lieve dolore come quando compare il flusso mestruale

pillola

A differenza della pillola di cinque giorni dopo e dell’aborto terapeutico per svuotamento, la pillola RU 486 permette di effettuare un aborto farmacologico fino al termine del secondo trimestre di gravidanza.
Ancora oggi l’uso della pillola abortiva RU 486 in Italia è vietata e l’unica pratica utilizzata nei consultori e negli ospedali è l’aborto chirurgico che prevede o l’aspirazione, in cui la cavità uterina viene svuotata tramite un piccolo aspiratore, o il raschiamento, che prevede la rimozione del feto tramite delle pinze inserite all’interno dell’utero, sotto anestesia totale.



In Italia, la legge sull’aborto è legge 194 del 1978, che è stata successivamente riconfermata dal referendum del 1981, ma ancora oggi per una donna che decide di interrompere la gravidanza è un calvario lungo e difficile a causa di medici e anestesisti obbiettori di coscienza che sono circa il 60% del totale.
Un grosso problema che limita la libertà di scelta della donna relativa alla propria vita e che la costringe ad andare in un’altra città per effettuare un aborto nei tempi prescritti.
Ma noi non siamo qui per fare polemica, ma siamo qui per parlare della pillola RU 486, che permette l’espulsione del feto senza nessun costo di degenza per la sanità pubblica e per gli anestesisti, in più è un metodo non invasivo che provoca nella donna a cui viene somministrato solo un lieve dolore come quando compare il flusso mestruale.
Oggi, dopo una prima sperimentazione in alcuni ospedali italiani come Torino, Bologna e Trento, è possibile abortire con questo metodo, ma la legge prevede la stessa procedura dell’aborto chirurgico e quindi restano gli stessi disagi di prima e un costo elevato per la sanità italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>