Un gene caratterizza l’impulsività maschile

di Elena Botta Commenta

A determinare i comportamenti violenti ed impulsivi negli uomini pare che sia un fattore genetico che riguarda un recettore del cervello che spingerebbe verso atteggiamenti violenti

violenza-sessuale

Abbiamo parlato recentemente del fatto che la rabbia può essere il motore che spinge le persone verso il raggiungimento di obiettivi che normalmente sarebbero difficili da raggiungere e di come però questo può provocare problemi caridaci seri, soprattutto nelle donne in carriera che si trovano a dover fronteggiare lo stress e l’ansia.
Invece a determinare i comportamenti violenti ed impulsivi negli uomini, pare che sia un fattore genetico che riguarda un recettore del cervello, che spingerebbe ad atteggiamenti violenti, che spesso vengono aumentati esponenzialmente con il consumo di alcol.



L’impulsività o tendenza a comportamenti senza previsione, compare in molti comportamenti patologici tra cui il suicidio, l’aggressività e le varie dipendenze.
Si è visto che analizzando la mappa genetica dei soggetti che hanno compiuto crimini violenti, si trovano geni che evidenziano il lato caratteristico di un comportamento impulsivo ed aggressivo.
Grazie al sequenziamento del DNA, i medici hanno confrontato i dati dei soggetti impulsivi con i soggetti normali e hanno scoperto una variazione del gene HTR2B che influisce notevolmente sul fattore predittivo del comportamento impulsivo.
Quindi questa mutazione genetica risulta essere determinante a livello comportamentale se viene associata al consumo di alcol perchè altrimenti da sola non ha nessuna incidenza determinante.
Questo studio apre così dei nuovi scenari che permettono ai medici di poter curare individui che hanno atteggiamenti patologici impulsivi e violenti, in primis facendo eliminare il consumo di alcol nei soggetti a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>