L’olio di cocco aiuta a contrastare la carie

di Vito Verna Commenta

Nonostante sia estremamente dolce il cocco non sarebbe affatto nemico dell'igiene orale e della corretta cura dei denti.

L'olio di cocco aiuta a contrastare la carie

Nonostante sia estremamente dolce il cocco non sarebbe affatto nemico dell’igiene orale e della corretta cura dei denti.

INFIAMMAZIONE ALLE GENGIVE

Anzi, stando a quanto avrebbero avuto modo di appurare i ricercatori del prestigioso Athlone Institute of Technology di Dublino, in Irlanda, il cocco, ed il particolar modo l’olio di cocco, sostanza che gli esperti irlandesi avrebbero sintetizzato, e successivamente adeguatamente modificato, proprio a partire dal ben noto frutto tropicale, sarebbe un prezioso alleato poiché letteralmente in grado di debellare lo Streptococcus mutans, batterio gram positivo nonché principale responsabile della formazione degli acidi in grado di corrodere lo smalto dei denti e dare di conseguenza il via alla formazione della carie.

ALITOSI RIMEDI

L’interessante novità, grazie alla quale si potranno adesso creare prodotti per l’igiene orale non solamente maggiormente efficaci bensì anche, e soprattutto, decisamente più naturali poiché totalmente primi di additivi chimici, sarebbe stata presentata nel corso dell’Autumn Conference della Society for General Microbiology, recentemente tenutasi presso l’Università di Warwick, in Inghilterra, dai ricercatori irlandesi che avrebbero confermato che l’olio di cocco, se opportunamente “digerito” da un particolare enzima, acquisirebbe proprietà antimicrobiche letteralmente impareggiabili in natura e dunque in grado di fronteggiare, nel migliore dei modi possibili, la flora batterica costantemente presente nella nostra cavità orale successivamente a qualsiasi pasto.

PARODONTITE, SINTOMI E CAUSE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>