Il tumore alle ovaie causa 500 morte al giorno

di Vito Verna Commenta

Eppure, nel caso in cui l'informazione facesse di più e facesse meglio, si potrebbero salvare molte più vite rispetto alle moltissime che, già oggi, sarebbe possibile salvare.

Il tumore alle ovaie causa 500 morte al giorno

Per  quanto ciò possa sembrare strano e per quanto codesta notizia scardini le regole del gioco e scompagini le carte in tavola, non sarebbe il tumore al seno, da sempre considerato, tra le più devastanti patologie neoplastica, la principale causa di malattia e morte tra le donne, a causare il maggior numero di decessi tra la popolazione femminile bensì il tumore alle ovaie che, purtroppo, sarebbe di gran lunga meno considerato e verrebbe molto più spesso completamente ignorato.

TUMORE AL POLMONE COLPISCE SEMPRE PIU’ DONNE

Colpa della scarsa informazione inerente l’argomento e la preponderanza dei media e delle associazioni ONLUS a dare spazio e risalto al tumore al seno sebbene il tumore alle ovaie stando alle ricerche che, sul delicato argomento, sarebbero state effettua negli scorsi mesi in tutta Europa (e che sarebbero state presentata in questi giorni nel corso di un importante convegno tenutosi presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri ad opera di Acta ONLUS), verrebbe annualmente diagnosticato a ben 5.ooo donne solamente in Italia e causerebbe la morte di 500 persone, in tutta Europa, quotidianamente.

CANCRO AL SENO LEGATO A VARIAZIONE GENETICA

Eppure, nel caso in cui l’informazione facesse di più e facesse meglio, si potrebbero salvare molte più vite rispetto alle moltissime che, già oggi, sarebbe possibile salvare.

OLIO DI OLIVA PREVIENE I TUMORI AL SENO

Nonostante la scarsa informazione riguardanti prevenzione ed individuazione precoce del tumore alle ovaie, infatti, oltre il 37%  delle pazienti riesce a sopravvivere a 5 anni con una percentuale, rispetto ad altre forme tumorali, decisamente invidiabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>