Automedicazione per gli incidenti degli sciatori

di Fabiana Commenta

Arriva il decalogo per piccoli indicenti sugli sci

Febbraio è un mese ancora dedicato agli sport invernali che possono essere praticati a ogni livello, ma che possono dimostrarsi anche pericolosi per la salute.

Molto spesso ci si improvvisa sciatori senza l’adeguata preparazione di tipo fisico (come la presciistica)  in occasione di una giornata o di un weekend sulla neve. E chi non ha troppa dimestichezza con lo sci o lo snowboard può anche incorrere in una serie di inconvenienti più o meno gravi di carattere fisico.

Secondo una recente indagine condotta dall’Anifa (l’Associazione nazionale dell’industria farmaceutica dell’automedicazione) oltre il 70% degli italiani ha dichiarato di aver avuto qualche infortunio e imprevisto praticando gli spot invernali.

Dolori muscolari, crampi, distorsioni ed ematomi sono davvero dietro l’angolo. Oltre a prepararsi adeguatamente con la presciistica o a ricorrere ai rimedi naturali per tempo, prima di partire per la settimana bianca, è anche possibile seguire le regole stilate in una sorta di decalogo per evitare inconvenienti per la propria salute.

Lo sci praticamente non ha limiti d’età e può essere praticato a partire dai quattro anni, ma non è uno sport adatto se si hanno problemi di carattere cardiovascolare, polmonare o dell’apparato muscolo-scheletrico  ed è pericoloso per le donne in gravidanza. Il consiglio è sempre di usare cautela scegliendo le piste che siano alla portata delle proprie capacità tecniche senza cercare di superare i propri limiti.

RIMEDI OMEOPATICI PER SCIATORI

Mai sciare quando si è stanchi o consumare alcolici a pranzo che hanno effetti negativi sulla concentrazione. Distorsioni, strappi muscolari e contusioni sono le conseguenze più frequenti sulle piste da sci che possono essere curate con farmaci di automedicazione.

In caso di distorsioni, strappi e slogature è indicato mettere una borsa del ghiaccio e applicare localmente i prodotti giusti, come pomate o creme, a base di antinfiammatori non steroidei, cioè i cosiddetti Fans in grado di calmare il dolore.

In caso di ferite ed escoriazioni la parte ferita va accuratamente pulita con delle garze sterili, poi disinfettata con acqua ossigenata o simili, poi va protetta con garza sterile e cerotti e possono essere applicati dei prodotti cicatrizzanti che svolgono azione antibatterica. Attenzione anche alle scottature: è sempre consigliata l’applicazione di protezioni solari, coprire la testa, orecchie e gola per proteggersi dal freddo e dal vento e utilizzare sempre gli occhiali da sole per proteggere gli occhi.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>