Aumentano le patologie della retina in tutta Italia

di Vito Verna Commenta

e patologie della retina, la cui principale, e più terrificante, conseguenza sarebbe la cecità dell'individuo che avrebbe la sfortuna di contrarre tali devastanti malattie, sarebbero in aumento in tutta Italia e, in tutta Italia, so conterebbero ogni anno migliaia di nuovi casi.

Aumentano le patologie della retina in tutta Italia

Le patologie della retina, la cui principale, e più terrificante, conseguenza sarebbe la cecità dell’individuo che avrebbe la sfortuna di contrarre tali devastanti malattie, sarebbero in aumento in tutta Italia e, in tutta Italia, so conterebbero ogni anno migliaia di nuovi casi.

MISURARE LA GLICEMIA NELLA SALIVA

I principali fattori scatenanti di una simile epidemia, stando a quanto sarebbe stato in questi giorni dichiarato dagli esperti della Commissione Nazionale per la Prevenzione della Cecità del Ministero della Salute, sarebbero:

– l’aumento delle aspettative di vita (che aumenterebbero l’età media della popolazione italiana e, di conseguenza, il numero degli italiani anziani)

– la diffusione, ormai dilagante e apparentemente inarrestabile, della diabesità (obesità + diabete mellito di tipo 2).

DIFETTI GENETICI ALL’ORIGINE DELL’OBESITA’

Il primo dei su indicati fattori, in particolare, starebbe causando un aumento, quantificabile in oltre 20.000 nuovi casi l’anno, della degenerazione maculare che, nei Paesi Occidentali, sarebbe la prima causa di ipovisione sopra i 50 anni di età nonché di perdita, completa ed irreversibile, della visione centrale.

20 MILIONI DI ITALIANI OBESI NEL 2025

Il secondo dei su indicati fattori, invece, starebbe progressivamente aumentando il numero della patologie oculari, quali potrebbero essere, a titolo puramente esemplificativo, retinopatia diabetica piuttosto che edama retinico, specificamente legate al diabete mellito di tipo 2 che, come avremmo avuto modo di sottolineare in più occasioni, sarebbe una delle principali patologie correlate all’insorgenza dell’obesità nei principali Paesi Occidentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>