La spina calcaneale si presenta sia nei soggetti che praticano attività sportive che in coloro che conducono una vita sedentaria e soprattutto in quei soggetti che sono obesi e sopra i quarant'anni

jogging

Abbiamo parlato di diversi dolori come quello alla spalla, al petto, al ginocchio e dolore al tallone che porta con sè diverse patologie dalla fascite plantare, alla spina calcaneare.
La spina calcaneale si presenta sia nei soggetti che praticano attività sportive che in coloro che conducono una vita sedentaria e soprattutto in quei soggetti che sono obesi e sopra i quarant’anni.
Per riconoscere questo tipo di dolore al tallone è sufficiente esercitare una pressione con le dita in mezzo al tallone che provoca un dolore acuto e molto pungente.



Per poter diagnosticare la patologia è necessario effettuare una lastra che mostrerà uno sperone lungo alcuni millimetri che inizia dal centro del tallone con la punta orientata in avanti verso le dita; la spina calcaneale si forma a causa delle continue trazioni del tendine d’Achille o della fascia plantare sul periostio del calcagno ed inducono alla formazione di un nuovo tessuto osseo che ha il compito di curare le lesioni dovute all’eccessivo sollecitamento.
Infatti questi piccoli traumi e queste lesioni fanno sì che si formi del tessuto osseo che ha lo scopo di riparare le microlesioni e sembra anche vi sia una possibile correlazione con il cattivo metabolismo dell’acido urico all’interno dell’organismo .
In alcuni casi questa patologia non presenta sintomi e molte persone ci convivono in modo inconsapevole a meno che si svolga un’attività sportiva come la corsa in quanto la spina fa aumentare in maniera esponenziale le probabilità che si infiammi la fascia plantare che si inserisce sul tallone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>