Sintomi tetano

di Luca Bruno Commenta

Il tetano è una malattia provocata da un batterio, il clostridium tetani, che si trova nel suolo, prevalentemente nelle aree dove c'è una forte presenza di animali.

ruggine

Il tetano è una malattia provocata da un batterio, il clostridium tetani, che si trova nel suolo, prevalentemente nelle aree dove c’è una forte presenza di animali, come aziende agricole, pascoli o allevamenti. In occidente la malattia è meno diffusa grazie ai programmi di vaccinazione antitetanica, ma in molte parti del mondo l’infezione da tetano rappresenta ancora oggi un pericolo da tenere in considerazione.
Il batterio penetra nell’uomo attraverso una ferita, ed il suo sviluppo è particolarmente incentivato se si trova in ambienti poveri di ossigeno. La sua azione quindi sarà maggiore nei casi di ferite più profonde.

Se la ferita è provocata da un oggetto sporco, come per esempio un chiodo arrugginito, i rischi di contrarre il tetano sono maggiori, ma il batterio del tetano si può insediare anche in una ferita pulita.

Una volta penetrato nell’organismo il batterio produce una tossina che provoca forti spasmi muscolari, e risulta essere particolarmente pericolosa e, se non trattata, l’infezione da tetano è mortale.

I sintomi si manifestano lentamente, e progrediscono peggiorando nel tempo, e le prime manifestazioni dell’infezione si possono avere dopo qualche giorno o anche a distanza di mesi. Nella maggior parte dei casi però i sintomi del tetano compaiono entro 14 giorni dal ferimento.

Spesso il primo sintomo è un forte mal di testa, e si hanno problemi ad aprire la bocca, quest’ultimo uno dei segni rivelatori della malattia. Si possono inoltre avere problemi di deglutizione e rigidità muscolare nel collo, nella schiena e nelle spalle.

Se la tossina si diffonde causa problemi di pressione del sangue ed alla frequenza cardiaca.

A seguire si possono manifestare spasmi gravi e dolorosi al collo, alle braccia ed alle gambe, e se questi proseguono, andare ad interessare anche l’apparato scheletrico compresa la colonna vertebrale.

L’infezione da tetano si cura restando in ospedale in costante osservazione, in maniera da intervenire farmacologicamente sia sul dolore che sugli spasmi muscolari. Può essere necessario un trattamento che aiuti la respirazione ed è necessario agire in profondità sulla ferita, rimuovendo il batterio.

Il fatto di aver contratto il tetano non rende immuni, perciò è sempre opportuno assicurarsi di essere coperti dal vaccino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>