Sindrome del muscolo piriforme

di Elena Botta Commenta

La sindrome del muscolo piriforme è una malattia che provoca un dolore di tipo sciatalgico

Dopo aver trattato la sindrome di Marfan, la sindrome ipocinetica, la sindrome di Asperger, la sindrome di Dubin – Jonhson, la sindrome di Meniere, la sindrome di George, la sindrome di De Quervain, la sindrome di Edwards, la sindrome di Treacher Collins e la sindrome di Tako Tsubo, oggi vogliamo parlare della sindrome del muscolo piriforme.


La sindrome del muscolo piriforme è una malattia che provoca un dolore di tipo sciatalgico e fra le cause principali di questa sindrome in primis vanno rigorosamente quelle patologie come potrebbero essere un’ernia del disco, una massa neoplastica, una stenosi lombare, o un ematoma che si è manifestato nella zona relativa ai muscoli ischio-crurali, ma nel caso in cui si avvertono dolori in questi punti è necessario effettuare indagini a livello del muscolo piriforme; è possibile infatti che un dolore a livello del muscolo piriforme del piriforme sia il responsabile del dolore di tipo sciatalgico di cui abbiamo parlato prima.

La causa principale della sindrome del muscolo piriforme può essere di fattori di natura molto diversa tra loro; ma dai dati acquisiti nel corso degli anni sembra che la causa più frequente sia di tipo traumatico mentre altre possibili cause sono da imputare alle dismetrie degli arti inferiori, alle miositi del piriforme ed alle operazioni chirurgiche dell’anca.

I sintomi principali di questa patologia sono parestesie che possono interessare il tratto lombare, i glutei, le zone posteriori della gamba e della coscia e anche la pianta del piede; mentre possono comparire anche un deficit di tipo motorio, riduzioni della sensibilità in alcune parti degli arti inferiori e gonfiore nella zona interessata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>